Powered by Blogger.

Archivio blog

Search

martedì 14 gennaio 2014

I superstiti delle stragi di ottobre tra abbandono e illegittimità: la fuga unica soluzione possibile ?

Continua il calvario degli ultimi superstiti delle stragi di ottobre, e sei siriani rimangono nel CPSA di Contrada Imbriacola a Lampedusa in attesa di essere sentiti per l'ennesimo incidente probatorio.
Notizie di stampa riferiscono dettagli contrastanti, secondo alcuni giornali la ragazza eritrea non avrebbe riconosciuto come suo stupratore il trafficante somalo sotto inchiesta, secondo altri invece si, e con dovizia di particolari che si potevano anche omettere.
Incerto il destino di tutti loro, malgrado abbiano reso un servizio importante alla giustizia italiana, con la loro testimonianza che per la prima volta apre uno squarcio sugli orrori che nei paesi di transito vengono inflitti ai migranti.
Poi l'abbandono e la pressione della polizia per il prelievo forzato delle impronte digitali. Usati come testimoni e gettati via, riportati in quello che dovrebbe essere solo un centro di prima accoglienza e soccorso, a Pozzallo.
Comunque un titolo davvero azzeccato... Se fuggono le responsabilità sono ben precise.

linksicilia

0 commenti:

Posta un commento

Presentazione

Un blog perché la cronaca quotidiana non diventi assuefazione, per contrastare la rimozione di problemi che sono prodotto di scelte politiche e di prassi amministrative che si nascondono dietro le retoriche dell'emergenza e della sicurezza. Prima di Lampedusa, prima dello sbarco, cronache di viaggi che spesso terminano in tragedie, poi notizie raccolte nei luoghi di sbarco e di accoglienza, dove si diffonde la detenzione informale e dove i diritti fondamentali dei migranti vengono compressi da una discrezionalità che si sottrae a qualsiasi controllo giurisdizionale, infine testimonianze di viaggio verso altri paesi, per trovare quel futuro e quella dignità che lItalia non garantisce più. E dunque fatti, persone, non numeri o dati, un racconto quotidiano che diventa memoria, ma anche impulso per modificare, in Italia ed in Europa, il quadro legislativo e le procedure applicate.


Diritti sotto sequestro