Powered by Blogger.

Archivio blog

Search

lunedì 6 gennaio 2014

Nella tendopoli di Messina la dignità dei profughi affonda nel pantano

Il Prefetto di Messina continua a tenere i profughi nell'acqua nella tendopoli allestita nel campo sportivo alle spalle del PalaNebiolo. Trattenimento che assume il carattere dei trattamenti disumani e degradanti vietati dall'art. 3 della Convenzione Europea a salvaguardia dei diritti dell'Uomo e dall'art.4 della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione Europea. Quando anche la dignità rimane nel pantano

.http://www.tempostretto.it/news/tendopoli-palanebiolo-250-migranti-tutti-uomini-campo-profughi-massimo-capienza-giallo-relazione-asp.html

0 commenti:

Posta un commento

Presentazione

Un blog perché la cronaca quotidiana non diventi assuefazione, per contrastare la rimozione di problemi che sono prodotto di scelte politiche e di prassi amministrative che si nascondono dietro le retoriche dell'emergenza e della sicurezza. Prima di Lampedusa, prima dello sbarco, cronache di viaggi che spesso terminano in tragedie, poi notizie raccolte nei luoghi di sbarco e di accoglienza, dove si diffonde la detenzione informale e dove i diritti fondamentali dei migranti vengono compressi da una discrezionalità che si sottrae a qualsiasi controllo giurisdizionale, infine testimonianze di viaggio verso altri paesi, per trovare quel futuro e quella dignità che lItalia non garantisce più. E dunque fatti, persone, non numeri o dati, un racconto quotidiano che diventa memoria, ma anche impulso per modificare, in Italia ed in Europa, il quadro legislativo e le procedure applicate.


Diritti sotto sequestro