Powered by Blogger.

Archivio blog

Search

lunedì 10 febbraio 2014

Denuncia di "Save the Children". Centinaia di minori trattenuti in "condizioni critiche" nei centri di prima accoglienza improvvisati aperti dalla Prefettura di Siracusa


Arriva finalmente la denuncia di Save the Children sulla scandalosa condizione di abbandono dei minori non abbandonati trattenuti in varie strutture di prima accoglienza, in provincia di Siracusa, dopo lo sbarco dalle navi della missione Mare Nostrum. Proprio alla vigilia di importanti ispezioni da parte del Consiglio d'Europa e di altre organizzazioni umanitarie in Sicilia. Speriamo che queste denunce siano seguite da comportamenti conseguenti e non rimangano lettera morta come quelle pubblicate in occasioni analoghe alcuni mesi fa. Noi continuiamo giorno dopo giorno a denunciare questa situazione, nell'ultimo mese lo abbiamo fatto decine di volte, e sarebbe tempo che intervenga anche il garante per i minori Spatafora. Particolarmente critica la situazione dei minori non accompagnati di nazionalità egiziana, esposti al rischio di rimpatri collettivi senza posibilità di accesso alla procedura di asilo ed a strumenti di protezione e di difesa. In queste condizioni le organizzazioni che fanno parte del progetto Praesidium farebbero meglio, forse, a denunciare la Convenzione con il Ministero dell'interno, in modo da non condividere le responsabilità di quanto accade. Non manca occasione infatti, di fronte alle critiche, che il ministero dell'interno, per giustificare queste scelte ed il proprio operato, non faccia riferimento alla presenza delle organizzazioni di Praesidium (OIM, UNHCR, Save The Children  e Croce Rossa) agli sbarchi e nelle fasi della prima accoglienza.

savethechildren.it

http://www.dazebaonews.it/italia/item/24047-immigrati-300-minori-soli-e-in-condizioni-critiche-la-denuncia-di-save-the-children?utm_source=dlvr.it&utm_medium=facebook

Questo il Palazzetto dello sport di Augusta, detto Palajonio dove vengono tenuti i minori non accompagnati sbarcati dalle navi di Mare Nostrum, se non vengono portati nel CPA di Priolo

palajonio+augusta+foto

0 commenti:

Posta un commento

Presentazione

Un blog perché la cronaca quotidiana non diventi assuefazione, per contrastare la rimozione di problemi che sono prodotto di scelte politiche e di prassi amministrative che si nascondono dietro le retoriche dell'emergenza e della sicurezza. Prima di Lampedusa, prima dello sbarco, cronache di viaggi che spesso terminano in tragedie, poi notizie raccolte nei luoghi di sbarco e di accoglienza, dove si diffonde la detenzione informale e dove i diritti fondamentali dei migranti vengono compressi da una discrezionalità che si sottrae a qualsiasi controllo giurisdizionale, infine testimonianze di viaggio verso altri paesi, per trovare quel futuro e quella dignità che lItalia non garantisce più. E dunque fatti, persone, non numeri o dati, un racconto quotidiano che diventa memoria, ma anche impulso per modificare, in Italia ed in Europa, il quadro legislativo e le procedure applicate.


Diritti sotto sequestro