Powered by Blogger.

Archivio blog

Search

giovedì 20 febbraio 2014

San Cataldo ( Caltanissetta), Sicilia,l'UDC esprime dubbi sulla possibilità di integrazione dei richiedenti asilo accolti nella nuova struttura


"Sono circolate in Città tante domande ma nessuna risposta certa circa  i modi e le condizioni con le quale verrà gestita la  immissione degli ospiti extracomunitari ed in particolare   le loro ore libere  e le eventuali ricadute sul quieto vivere  dei residenti".

I tanti percorsi di una integrazione difficile. Si stanno aprendo troppe strutture in Sicilia, mancano coordinamento e sistemi di mobilità, sempre più alto il rischio che in vista delle elezioni qualcuno soffi sul fuoco del disagio e della marginalità sociale e politica delle popolazioni residenti. Però i soldi che arrivano per l'accoglienza non li rifiuta nessuno, solo una minima parte vanno ai servizi per gli immigrati, il resto viene incassato, seppure con ritardi notevoli, dagli enti gestori. Sempre più urgente un monitoraggio continuo di queste realtà.

ilfattonisseno.it




0 commenti:

Posta un commento

Presentazione

Un blog perché la cronaca quotidiana non diventi assuefazione, per contrastare la rimozione di problemi che sono prodotto di scelte politiche e di prassi amministrative che si nascondono dietro le retoriche dell'emergenza e della sicurezza. Prima di Lampedusa, prima dello sbarco, cronache di viaggi che spesso terminano in tragedie, poi notizie raccolte nei luoghi di sbarco e di accoglienza, dove si diffonde la detenzione informale e dove i diritti fondamentali dei migranti vengono compressi da una discrezionalità che si sottrae a qualsiasi controllo giurisdizionale, infine testimonianze di viaggio verso altri paesi, per trovare quel futuro e quella dignità che lItalia non garantisce più. E dunque fatti, persone, non numeri o dati, un racconto quotidiano che diventa memoria, ma anche impulso per modificare, in Italia ed in Europa, il quadro legislativo e le procedure applicate.


Diritti sotto sequestro