Powered by Blogger.

Archivio blog

Search

giovedì 1 maggio 2014

Dopo Augusta ( Siracusa), Pozzallo, Porto Empedocle (Agrigento), anche Trapani e Messina porti di sbarco dei profughi recuperati dalle navi della missione Mare Nostrum


A Trapani lo sbarco e la prima accoglienza si sono svolti nel migliore dei modi, anche se il ministero dell'interno non ha onorato l'impegno di trasferire cento migranti a Bari, come aveva annunciato in un primo momento. Comunque il sistema di accoglienza in quella provincia sembra reggere senza ricorrere a tendopoli. Come invece si continua a fare a Messina, sempre al Palanebiolo, un centro di prima accoglienza che anche secondo una relazione dell'ASP avrebbe dovuto essere chiuso da mesi.

http://www.tempostretto.it/news/flusso-inarrestabile-messina-nuovamente-centro-emergenza-migranti-previsti-nuovi-arrivi-serata.html

http://messina.sicilians.it/2014/04/16/palanebiolo-e-polemiche-le-accuse-di-palazzotto-al-viminale/

http://www.gazzettadelsud.it/news//90289/soccorsi-424-migranti--al-largo.html

0 commenti:

Posta un commento

Presentazione

Un blog perché la cronaca quotidiana non diventi assuefazione, per contrastare la rimozione di problemi che sono prodotto di scelte politiche e di prassi amministrative che si nascondono dietro le retoriche dell'emergenza e della sicurezza. Prima di Lampedusa, prima dello sbarco, cronache di viaggi che spesso terminano in tragedie, poi notizie raccolte nei luoghi di sbarco e di accoglienza, dove si diffonde la detenzione informale e dove i diritti fondamentali dei migranti vengono compressi da una discrezionalità che si sottrae a qualsiasi controllo giurisdizionale, infine testimonianze di viaggio verso altri paesi, per trovare quel futuro e quella dignità che lItalia non garantisce più. E dunque fatti, persone, non numeri o dati, un racconto quotidiano che diventa memoria, ma anche impulso per modificare, in Italia ed in Europa, il quadro legislativo e le procedure applicate.


Diritti sotto sequestro