Powered by Blogger.

Archivio blog

Search

martedì 27 maggio 2014

La posizione del governo italiano in materia di controlli di frontiera e immigrazione. Da Mare Nostrum a FRONTEX.


Si nota l'uso scorretto dei dati. Il confronto tra i primi mesi del 2013 ed i primi mesi del 2014, senza richiamare dati degli anni precedenti, che dimostrerebbero come l'aumento sia più modesto, anche se consistente. Per non parlare del richiamo alla missione Frontex, ignorando che l'intero budget annuale di Frontex, per tutte le frontiere europee, aeree, navali e terrestri, è inferiore a quanto costa all'Italia, per un anno, l'operazione Mare Nostrum. In ogni caso le linee operative sulla distribuzione tra i diversi stati dei migranti raccolte da navi impegnate in operazioni Frontex non sono state ancora approvate definitivamente.

Dai resoconti parlamentari...
"Il 16 aprile 2014 il Ministro dell'interno ha svolto un'informativa urgente, sull'ingente incremento del flusso di migranti e sulle misure da adottare per farvi fronte. Il Ministro ha evidenziato che l’azione di Frontex, l’Agenzia europea per la gestione della cooperazione operativa alle frontiere esterne, costituirà un tema centrale nel semestre di Presidenza europea dell’Italia (luglio-dicembre 2014). L’intenzione è quella di fare in modo che Frontex assuma la regia ed il coordinamento non solo delle attività di pattugliamento del Mediterraneo, ma anche delle attività di cooperazione operativa con i Paesi di origine e di transito dei flussi. Il Ministro ha ricordato come, a seguito dell'eccezionale ondata migratoria legata alla Primavera araba, sono state approntate misure che hanno ampliato la capacità dell’Italia di fare fronte complessivamente al fenomeno. In particolare, il dispositivo di sorveglianza delle frontiere e di soccorso a mare per il controllo dei flussi che interessano il canale di Sicilia è costituito dall'operazione "Mare nostrum", decisa nel 2013 in via d'urgenza dal Governo italiano in seguito ai naufragi di Lampedusa. L'attuazione di Mare Nostrum comporta una spesa di oltre 9 milioni di euro al mese ed il Ministro ha sottolineato come sia necessario che l'Unione europea si faccia carico in maniera più decisa della questione migratoria, sia ampliando e rafforzando il ruolo di Frontex, sia intervenendo affinché si assuma un impegno più diretto nelle operazioni gestite dall'Agenzia europea volte al controllo della frontiera marittima".

http://www.notiziegeopolitiche.net/?p=41176

http://www.camera.it/leg17/465?area=10&tema=65&Immigrazione

0 commenti:

Posta un commento

Presentazione

Un blog perché la cronaca quotidiana non diventi assuefazione, per contrastare la rimozione di problemi che sono prodotto di scelte politiche e di prassi amministrative che si nascondono dietro le retoriche dell'emergenza e della sicurezza. Prima di Lampedusa, prima dello sbarco, cronache di viaggi che spesso terminano in tragedie, poi notizie raccolte nei luoghi di sbarco e di accoglienza, dove si diffonde la detenzione informale e dove i diritti fondamentali dei migranti vengono compressi da una discrezionalità che si sottrae a qualsiasi controllo giurisdizionale, infine testimonianze di viaggio verso altri paesi, per trovare quel futuro e quella dignità che lItalia non garantisce più. E dunque fatti, persone, non numeri o dati, un racconto quotidiano che diventa memoria, ma anche impulso per modificare, in Italia ed in Europa, il quadro legislativo e le procedure applicate.


Diritti sotto sequestro