Powered by Blogger.

Archivio blog

Search

lunedì 12 maggio 2014

L'Europa fortezza non può piangere neanche una lacrima sulle stragi di migranti di cui è direttamente responsabile


Sono anni che la fortezza Europa sbarra gli accessi anche nei confronti dei potenziali richiedenti asilo che ottengono uno status se sopravvivono alle traversate ed agli abusi nei paesi di transito, ma ai quali non si garantisce alcuna possibilità di ingresso protetto nella legalità attraverso canali umanitari. La Commissione Europea ed il Consiglio hanno gravissime responsabilità perchè dopo le tragedie del 3 e dell'11 ottobre 2013 non  sono state capaci di lanciare iniziative concrete di interposizione nella crisi siriana, di assistenza e soccorso ai migranti in fuga ammassati nei paesi confinanti, non hanno mosso un dito per pacificare la Libia, hanno continuato ad avere normali rapporti diplomatici con paesi dittatoriali come l'Eritrea e hanno persino ritenuto vicino il momento della normalizzazione in Somalia. Per non parlare della concentrazione di tutte le iniziative sul fronte della sicurezza e della totale negazione della libertà di circolazione nei confronti delle persone meritevoli di protezione internazionale. Non sono stati neppure capaci di andare oltre un brutto compromesso sulle linee operative di Frontex che prevedono anche lo sbarco in paesi terzi dei migranti salvati dall'agenzia. A Bruxelles non si sono neppure avvalsi della possibilità di adottare un piano di accoglienza per la protezione temporanea come la normativa europea consentirebbe in caso di afflusso massiccio di sfollati.  Le politiche di esternalizzazione dei controlli di frontiera e di criminalizzazione di qualunque movimento dei migranti in nome della sicurezza e della difesa dei confini, stanno presentando il conto. E temo che dopo le elezioni europee potrà andare ancora peggio, se vinceranno i partiti dell'egoismo e dell'esclusione. ibilita' di accesso protetto e legale. I burocrati europei parlano solo di Frontex, Eurosur, lotta all'immigrazione "illegale", prelievo delle impronte con il sistema Eurodac e aumenti delle sanzioni penali. Questa gente e piu' responsabile delle stragi di quanto non lo siano gli scafisti.

  http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Immigrazione-naufraga-un-barcone-al-largo-di-Lampedusa-Ci-sarebbero-diversi-morti-155c3313-d79c-4f58-9f83-53ca93dc789e.html

http://www.nelpaese.it/index.php/26-articolo-nazionele/1318-migranti-caos-accoglienza-tragedia-barcone-giusi-nicolini-aprire-canali-umanitari

0 commenti:

Posta un commento

Presentazione

Un blog perché la cronaca quotidiana non diventi assuefazione, per contrastare la rimozione di problemi che sono prodotto di scelte politiche e di prassi amministrative che si nascondono dietro le retoriche dell'emergenza e della sicurezza. Prima di Lampedusa, prima dello sbarco, cronache di viaggi che spesso terminano in tragedie, poi notizie raccolte nei luoghi di sbarco e di accoglienza, dove si diffonde la detenzione informale e dove i diritti fondamentali dei migranti vengono compressi da una discrezionalità che si sottrae a qualsiasi controllo giurisdizionale, infine testimonianze di viaggio verso altri paesi, per trovare quel futuro e quella dignità che lItalia non garantisce più. E dunque fatti, persone, non numeri o dati, un racconto quotidiano che diventa memoria, ma anche impulso per modificare, in Italia ed in Europa, il quadro legislativo e le procedure applicate.


Diritti sotto sequestro