Powered by Blogger.

Archivio blog

Search

martedì 8 luglio 2014

Anche a Cipro detenzione amministrativa applicata ai potenziali richiedenti asilo in contrasto con le norme dell'Unione Europea


Aumenta il numero degli stati canaglia nei confronti dei potenziali richiedenti asilo, esposti a forme diverse di detenzione amministrativa, in contrasto con i diritti e le procedure sanciti dalle Direttive dell'Unione Europea. Una preziosa fonte di informazione sulle procedure adottate a Cipro, punto di transito di migranti in fuga dall'Egitto e da altri paesi verso l'Europa. Un'Europa che nei suoi spazi di frontiera permette zone rosse sottratte all'applicazione delle garanzie previste dallo stato di diritto e dalla Carta dei diritti fondamentali dell'Unione Europea, oltre che dalle numerose direttive e regolamenti in materia di protezione internazionale.

http://kisa.org.cy/wp-content/uploads/2014/03/Detention__Return_Report_23.03.2014_English.pdf

0 commenti:

Posta un commento

Presentazione

Un blog perché la cronaca quotidiana non diventi assuefazione, per contrastare la rimozione di problemi che sono prodotto di scelte politiche e di prassi amministrative che si nascondono dietro le retoriche dell'emergenza e della sicurezza. Prima di Lampedusa, prima dello sbarco, cronache di viaggi che spesso terminano in tragedie, poi notizie raccolte nei luoghi di sbarco e di accoglienza, dove si diffonde la detenzione informale e dove i diritti fondamentali dei migranti vengono compressi da una discrezionalità che si sottrae a qualsiasi controllo giurisdizionale, infine testimonianze di viaggio verso altri paesi, per trovare quel futuro e quella dignità che lItalia non garantisce più. E dunque fatti, persone, non numeri o dati, un racconto quotidiano che diventa memoria, ma anche impulso per modificare, in Italia ed in Europa, il quadro legislativo e le procedure applicate.


Diritti sotto sequestro