Powered by Blogger.

Archivio blog

Search

sabato 20 settembre 2014

Palestinesi la maggior parte delle vittime dell'ultima strage a sud-est di Malta. Cala il silenzio sulle indagini della magistratura. In Israele il giornale Haaretz avrebbe i nomi di 400 dispersi.



Palestinesi la maggior parte delle vittime dell'ultima strage a sud-est di Malta.  Molti parenti cercano da giorni notizie dei loro congiunti dispersi in mare, senza esito.

http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/468307/Appello-da-Gaza-Oltre-90-dispersi-nel-naufragio-diteci-se-sono-vivi-o-morti

 Qualche notizia, prima che dall'Italia, potrebbe arrivare da Israele.

http://palestinanews.blogspot.it/2014/09/migliaia-di-palestinesi-in-fuga-da-gaza.html

http://rete-eco.it/2012/home/19-dossier/gaza/41147-thousands-of-gazans-fleeing-to-europe-via-tunnels-traffickers-and-boats.html

http://electronicintifada.net/blogs/charlotte-silver/hundreds-many-gaza-murdered-sea-smugglers

https://uprootedpalestinians.wordpress.com/2014/09/18/victims-of-deadly-shipwreck-driven-out-of-gaza-by-war-unemployment/

"A Gaza-based NGO, Adamir, corroborated the statement, telling the Israeli newspaper Haaretz it has collected the names of 400 missing people".

http://www.independent.com.mt/articles/2014-09-19/news/most-malta-boat-victims-were-gaza-refugees-6636077056/

http://www.haaretz.com/news/middle-east/.premium-1.616162

" La Valletta (Malta), 19 set. (LaPresse/Xinhua) - Erano rifugiati palestinesi in fuga dalla guerra nella Striscia di Gaza la maggior parte delle vittime del naufragio avvenuto la scorsa settimana circa 480 chilometri a sudest di Malta. Lo riporta il quotidiano maltese Independent, citando due sopravvissuti del disastro provenienti da Gaza. Ahmed Suhail, diplomatico palestinese in Grecia, ha confermato tale affermazione, dichiarando a un osservatore dell'Unione europea che "fra 250 e 300 persone a bordo erano palestinesi di Gaza". Un gruppo umanitario della Striscia, Adamir, ha dato ulteriore conferma dichiarando al giornale israeliano Haaretz di avere raccolto i nomi di 400 persone disperse"
 http://notizie.tiscali.it/cronaca/feeds/14/09/19

http://www.timesofmalta.com/articles/view/20140915/local/migrants-tragedy-was-mass-murder-iom.535846

http://euobserver.com/justice/125652

Il silenzio cala sulle indagini in Italia. I volontari sono considerati ancora una volta come un ostacolo per l'accertamento dei fatti e delle responsabilità penali. I testimoni sembrerebbero quasi in isolamento. Nessuna notizia sulle concrete modalità consentite dalla magistratura per il ritrovamento dei familiari dispersi.

http://ctzen.it/2014/09/18/migranti-silenzio-sul-barcone-affondato-i-volontari-cosa-diciamo-alle-famiglie/

http://www.argocatania.org/2014/09/19/procura-su-naufragio-migranti-furono-fatti-affondare/

Dal comunicato stampa della Procura di Catania.

"I migranti che stanno rendendo dichiarazioni sono attualmente tutelati e si prega di astenersi da contatti al fine di garantire la genuinità della loro collaborazione per gli sviluppi del procedimento".

http://www.ansa.it/sicilia/notizie/2014/09/18/naufragio-malta-procuraerano-oltre-400_4f629be5-1f3f-481c-9376-f6bd2ad565fd.html

http://www.independent.com.mt/articles/2014-09-19/news/migrant-deaths-off-malta-coast-may-be-mass-murder-un-rights-chief-6639124480/

 I trafficanti, alibi ideale per distogliere l'attenzione dalle responsabilità politiche dei governi che consentono queste stragi, sbarrando i canali legali di ingresso anche nei confronti dei potenziali richiedenti asilo. Occorre aprire finalmente corridoi umanitari e un vero impegno per la risoluzione politica dei conflitti in corso, senza altri interventi "umanitari", specie dopo il fallimento clamoroso dell'intervento in Libia nel 2011. La situazione della Libia oggi è direttamente conseguenza dell'intervento militare e delle politiche dell'Unione Europea con le missioni EUBAM che intendevano assegnare al governo transitorio il ruolo di gendarme con il blocco delle partenze. Una politica che si è dimostrata fallimentare.

 http://www.lecourrierdelatlas.com/787617092014500-migrants-morts-en-Mediterranee-les-passeurs-ces-coupables-ideaux.html

Esiste anche un  Ufficio del Commissario Straordinario del Governo per le persone scomparse

Via Cavour, 6 - Roma 00184
tel: 0039 06 465 29980
fax: 0039 06 465 39908
e-mail: ufficiocommissario.personescomparse@interno.it

MA SI STA FATICANDO ANCORA AD EFFETTUARE LA COMPARAZIONE DEL DNA PER LE VITTIME DELLA STRAGE DEL 3 OTTOBRE 2013 A LAMPEDUSA.


0 commenti:

Posta un commento

Presentazione

Un blog perché la cronaca quotidiana non diventi assuefazione, per contrastare la rimozione di problemi che sono prodotto di scelte politiche e di prassi amministrative che si nascondono dietro le retoriche dell'emergenza e della sicurezza. Prima di Lampedusa, prima dello sbarco, cronache di viaggi che spesso terminano in tragedie, poi notizie raccolte nei luoghi di sbarco e di accoglienza, dove si diffonde la detenzione informale e dove i diritti fondamentali dei migranti vengono compressi da una discrezionalità che si sottrae a qualsiasi controllo giurisdizionale, infine testimonianze di viaggio verso altri paesi, per trovare quel futuro e quella dignità che lItalia non garantisce più. E dunque fatti, persone, non numeri o dati, un racconto quotidiano che diventa memoria, ma anche impulso per modificare, in Italia ed in Europa, il quadro legislativo e le procedure applicate.


Diritti sotto sequestro