Powered by Blogger.

Archivio blog

Search

lunedì 8 settembre 2014

Rallentano gli arrivi dalla Libia, e non dipende dalle condizioni meteo. Salvataggi in acque maltesi provano nuove rotte. In mare si nasce e si muore, non sempre il soccorso arriva in tempo. Frontex ricorre ai droni.




Come previsto, a seguito del deteriorarsi della situazione sulla costa libica, in questi ultimi giorni si registra  un deciso rallentamento degli arrivi in Sicilia di migranti provenienti dalla Libia. Lo provano i numeri degli interventi di salvataggio dell'ultimo week-end rispetto alle settimane precedenti. Ormai gli appelli al governo libico per bloccare le partenze non servono più, ci pensano direttamente le milizie paramilitari.

http://www1.adnkronos.com/IGN/Aki/English/Politics/Libya-Italy-to-ask-Nato-to-stop-migrant-boats_312141714788.html

Adesso sembrerebbe che la rotta più battuta sia diventata quella che parte dai porti egiziani, se non da porti libici che non siano ancora sotto il controllo delle milizie. Ed aumenta il numero dei savataggi affidato a navi commerciali, perchè troppo a ridosso delle acque maltesi, naturalmente attraversate da queste nuove rotte, le navi di Mare Nostrum non si possono, e probabilmente non si vogliono spingere.

http://www.ansa.it/sicilia/notizie/2014/09/08/salvi-1.656-migranti-nata-bimba-a-bordo_4249d5f3-ae85-40ec-a918-931d17c7501e.html

http://notizie.tiscali.it/cronaca/feeds/14/09/08/t_01_04_2014-09-08_1081142898.html?cronaca

http://www.marinetraffic.com/it/ais/details/ships/247062100/vessel:FIORILLO

https://www.marinetraffic.com/it/ais/details/ships/256334000/vessel:APAGEON

I mezzi di informazione danno ampio risalto ad un lieto evento, la nascita di una bambina a bordo di una nave militare italiana dopo il salvataggio in acque internazionali, ma nessuno riferisce di un caso di vera e propria omissione di soccorso, verificatotosi negli scorsi giorni, quando, dopo una chiamata di soccorso che annunciava anche la presenza di un migrante in coma, non si inviato un elicottero per prelevare una persona, che aveva già le ore contate, e che poi è morta a bordo del barcone prima che potesse essere soccorsa.

Ricevo da Nawal Siryahorra e diffondo

"06 09 14:: lanciano un sos riferendo di un uomo in coma a bordo.
07 09 14:: alle ore 19:00 mi chiamano dicendo che l'uomo e' morto"

https://www.facebook.com/video.php?v=855732397800446&set=vb.100000910804762&type=2&theater

Che fine ha fatto questa persona ? Quali le cause del decesso ? Dove si è verificato tutto questo ?

Nel frattempo i controlli di frontiera che l'agenzia Frontex intensificherà nel Mediterraneo centrale,  anche attraverso droni, si saldano sempre di più con i controlli militari in via di intensificazione davanti alle coste libiche, ed il ministro della difesa Pinotti si rivolge direttamente alla Nato per fermare i migranti. Si lesinano i nove milioni di euro al mese per Mare Nostrum, che salva vite umane in mare,  ma si aumenta per dieci miliardi di euro la spesa militare. Le lobby degli armamenti ringraziano.

http://www.info-palestine.net/spip.php?article14934

http://www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/POLITICA/immigrati_intervista_ministro_pinotti_nato_pattugliare_mari/notizie/882412.shtml

http://popoffquotidiano.it/2014/09/08/la-spesa-militare-italiana-aumentera-di-10-miliardi/

L'idea di utilizzare la Nato contro i migranti non è del tutto nuova, lo proponeva già Maroni nel 2011

 Varese, 17 June (AKI)
Italy will ask Nato ships to stop boats carrying migrants from North Africa to Italy.
"I think you can intervene immediately by asking Nato vessels already along the Libyan coast to block goods from entering, to also be used to block people from leaving," Italian interior minister Roberto Maroni told reporters on Friday at a security conference in the northern Italian city of Varese. "This can be done right away if Nato decides agrees. It would be a solution to the problem.Prime minister Silvio Berlusconi needs votes from Maroni's anti-immigrant Northern League party to keep his government from falling. The Northern League has threatened to end its governing alliance if Italy doesn't pull its support for bombing the North African country. Unrest in many Arab countries this year has caused the main flow of illegal immigrants seeking to enter the European Union to switch from Greece to Italy's islands, the EU's border protection agency Frontex said Tuesday. Most migrants arrive in Italy by landing on the small island of Lampedusa, which is closer to Tunisia than the Italian mainland. In excess of 41,000 migrants have reached Lampedusa this year.Italy on Friday was due to sign an accord with Libyan rebel leaders aiming to keep migrant boats from leaving for Italy. An agreement to jointly patrol coastal waters with Libya was scrapped in March when Italy joined Nato in its mission to defend civilians against Muammar Gaddafi. 

http://www1.adnkronos.com/IGN/Aki/English/Politics/Libya-Italy-to-ask-Nato-to-stop-migrant-boats_312141714788.html

Speriamo che non si ripeta quello che è successo nel 2011, durante l'intervento Nato in Libia, quando decine di persone sono state avvistate e poi abbandonate in mare per giorni.

http://www.theguardian.com/world/2011/may/08/nato-ship-libyan-migrants

http://www.theguardian.com/world/2012/mar/28/left-to-die-migrants-boat-inquiry

http://habeshia.blogspot.it/2011/09/indagine-del-consiglio-deuropa-su-63.html

http://www.bbc.com/news/world-europe-17548410

Fonte BBC NEWS
  1. 0000- 0200 GMT 27 March: Boat leaves Tripoli with 72 on board
  2. 1652 GMT: Distress call by satellite phone. Coastguard issues alert
  3. 2300 - 0100GMT: Helicopter drops food supplies
  4. 0700 GMT 28 March: Boat runs out of fuel and drifts
  5. 2 April: People start dying on the boat
  6. 3-5 April: Boat meets a military ship that fails to help the survivors
  7. 10 April: Boat lands at Zlitan with 11 migrants still alive - two more die shortly after landing
E nel sistema di controllo del Mediterraneo centrale ( e non solo)  tramite i droni svolgerà un ruolo essenziale il MUOS di Niscemi

http://www.libreidee.org/2014/02/muos-il-silenzio-e-doro-ecco-perche-i-giornali-tacciono/

"Non secondario, dice Mazzeo, il ruolo del Muos per il controllo militare dei flussi di migranti, in linea con la missione dell’agenzia europea Frontex. La stessa operazione Mare Nostrum, lanciata dal governo Letta e presentata come un’operazione umanitaria per evitare che si ripetano stragi come quella di Lampedusa del 3 ottobre 2013, in realtà «sta diventando un laboratorio sperimentale per l’uso dei droni: non solo in una funzione di vigilanza e monitoraggio ma anche di vera e propria guerra ai migranti». Risale a fine novembre un accordo tra Italia e Libia per consentire ai droni Predator (di stanza ad Amendola in Puglia ma presto trasferiti a Sigonella e Trapani) di sorvegliare lo spazio aereo libico fino ai confini col Ciad e col Sudan. «Non solo per vigilare e informare le unità navali, ma di fatto anche per individuare eventuali flussi di migranti che provengono dall’Africa Sub-Sahariana, così da avvertire direttamente le autorità libiche: in questo modo, grazie all’operazione Mare Nostrum, si rende possibile dispiegare le operazioni di contenimento e di respingimento ben prima del Mediterraneo».

0 commenti:

Posta un commento

Presentazione

Un blog perché la cronaca quotidiana non diventi assuefazione, per contrastare la rimozione di problemi che sono prodotto di scelte politiche e di prassi amministrative che si nascondono dietro le retoriche dell'emergenza e della sicurezza. Prima di Lampedusa, prima dello sbarco, cronache di viaggi che spesso terminano in tragedie, poi notizie raccolte nei luoghi di sbarco e di accoglienza, dove si diffonde la detenzione informale e dove i diritti fondamentali dei migranti vengono compressi da una discrezionalità che si sottrae a qualsiasi controllo giurisdizionale, infine testimonianze di viaggio verso altri paesi, per trovare quel futuro e quella dignità che lItalia non garantisce più. E dunque fatti, persone, non numeri o dati, un racconto quotidiano che diventa memoria, ma anche impulso per modificare, in Italia ed in Europa, il quadro legislativo e le procedure applicate.


Diritti sotto sequestro