Powered by Blogger.

Archivio blog

Search

domenica 16 novembre 2014

L'Egitto intensifica i controlli di frontiera, e il passaggio in Libia diventa sempre più difficile. La missione Triton di Frontex ancora non si vede. Soccorsi oltre 1300 migranti in arrivo da sud e da est.


Il ministro dell'interno Alfano continua a vaneggiare. L'"Europa deve mettere le tende in Africa" per selezionare lì chi deve fare richiesta di asilo. Si, magari dalle parti di Derna, dove sventola la bandiera nera del Califfato, oppure in Egitto dove il governo arresta i giornalisti stranieri e non fa entrare i rappresentanti delle organizzazioni umanitarie. O forse sta pensando all'ennesimo, fallimentare intervento armato ?

http://notizie.tiscali.it/politica/feeds/14/11/16/t_121_20141116_POL_TN01_0109.html?politica

Quello che rimane della guardia costiera libica non riesce a fare altro che raccogliere cadaveri in mare.

http://www.ansamed.info/ansamed/it/notizie/rubriche/cronaca/2014/11/10/immigrazione-naufragio-malta-corpo-donna-trovata-in-libia_bd91f4b8-6054-4b9f-9eee-96167d8a028d.html

http://catania.meridionews.it/articolo/29352/naufragio-di-malta-riaffiora-in-libia-il-corpo-di-una-donna-riconosciuta-grazie-ai-documenti-che-aveva-conservato/

Nessuna notizia certa sulla presenza e sulle regole di ingaggio della missione europea di Frontex (Plus) denominata Triton. A Lampedusa ed a Porto Empedocle (Agrigento) in quelli che dovrebbero essere gli HUB della nuova operazione non si vede nessuno. E le critiche non mancano, prima che l'operazione abbia avvio con un mandato indeterminato  e regole di ingaggio del tutto incerte.

http://espresso.repubblica.it/attualita/2014/11/11/news/immigrazione-triton-parte-tra-le-polemiche-1.187441?ref=

http://www.bbc.com/news/world-europe-30020496

http://www.internazionale.it/opinione/gwynne-dyer/2014/10/31/annegare-i-rifugiati

http://www.vita.it/mondo/migranti/sami-portavoce-unhcr-no-ai-respingimenti-garantire-diritto-a-chiedere-asilo.html

Dimuniscono le partenze dalla Libia, anche se continuano ad affiorare corpi delle stragi delle settimane precedenti. Aumentano invece le partenze dall'Egitto e dalla Turchia, come è confermato dalle ultime operazioni di salvataggio condotte in acque di competenza SAR maltese, principalmente da navi mercantili, mentre le navi di Mare Nostrum sono ridotte da nove a quattro e la guardia costiera arriva dove può, con encomiabile impegno e professionalità.

 A Messina

http://www.tempostretto.it/news/molo-colapesce-nuovo-sbarco-citt-arrivati-pi-200-migranti-africa-subsahariana.html

A Pozzallo

http://m.tiscali.it/articolo.php?article=http%3A%2F%2Fnotizie.tiscali.it%2Fcronaca%2Ffeeds%2F14%2F11%2F15%2Ft_01_2014-11-15_1151145024.html

A Porto Empedocle ( Agrigento)

http://www.agrigentonotizie.it/cronaca/immigrazione-approdati-a-porto-empedocle-477-migranti-su-un-mercantile.html

Cambiano le rotte dei profughi siriani in fuga dal loro paese, sventrato dalla dittatura, ma anche dai campi profughi in Libano, nei quali molte donne e ragazze sono vittime di stupri. Passare in Egitto per partire da Alessandria d'Egitto o da altri porti è diventato pericoloso, sempre più frequenti gli arresti di giovani siriani da parte della polizia egiziana, le famiglie di solito vengono lasciate andare, dopo una breve detenzione, ma per tutti la situazione è difficilissima.

 http://www.dailynewsegypt.com/2014/11/16/142-migrants-detained-libya-border/bpe

http://www.dailynewsegypt.com/2014/11/13/presidential-decree-deportation-foreign-detainees/

http://www.theguardian.com/world/2014/feb/11/eritreans-enslaved-traffickers-sudan-egypt-torture-camps

Si arriva anche direttamente dalla Turchia, a Crotone... in Calabria

http://www.gazzettadelsud.it/news//116641/Crotone--sbarcano-in-in-80.html

Tra i più esposti alla repressione del governo egiziano i profughi siro-palestinesi, ed i palestinesi in fuga da Gaza, che le autorità egiziane ritengono solidali con i fratelli musulmani del deposto presidente Morsi e trattano di conseguenza. La polizia egiziana non ha esitato a sparare sulle imbarcazioni cariche di profughi. Molti profughi, anche siriani, sono incarcerati e sottoposti ad estenuanti interrogatori.

http://www.infopal.it/egitto-15-immigrati-palestinesi-muoiono-in-mare-volevano-andare-in-italia/

http://ninofezzacinereporter.blogspot.it/2013/09/egitto-guardia-costiera-spara-su-barca.html

http://www.corriere.it/reportage/esteri/2014/profughi-dalla-siria-allegitto-in-carcere-anche-a-tre-anni/

  Nei giorni scorsidavanti alla costa del porto di Damietta, in Egitto, uno scontro navale che è stato censurato, ma nel quale una nave militare egiziana, impegnata in una manovra militare congiunta con una unità greca, è stata attaccata da un numero imprecisato di imbarcazioni con a bordo diversi "terroristi" non meglio identificati. Gravi perdite per le forze egiziane. Morti e dispersi tra i militari, proprio davanti al porto di Dametta dal quale partono le imbarcazioni cariche di migranti dirette verso l'Europa. Gli attaccanti erano terroristi o trafficanti ? E che differenze si possono fare ancora tra queste due categorie ? Un incidente sul quale le autorità egiziane, ancora oggi, non riferiscono quasi nulla. Contrabbando di gasolio o traffico di migranti. Certo che gli assalitori che hanno attaccato una nave militare egiziana in esecitazione congiunta con una unità greca ( sparita dalle cronache), dovevano avere ragioni piuttosto forti. E dovevano anche essere abbastanza armati, per affondare una nave militare dopo averla incendiata con la conseguente morte di otto militari egiziani.

http://www.dailynewsegypt.com/2014/11/16/fishermen-held-attack-navy-released/

http://m.ilmessaggero.it/m/messaggero/articolo/PRIMOPIANO/1008105

http://www.dailynewsegypt.com/2014/11/13/8-navy-personnel-missing-boat-attack/

http://www.telegraph.co.uk/news/worldnews/africaandindianocean/egypt/11227639/Terror-attack-on-Egypt-naval-boat-leaves-eight-servicemen-missing.html

Egypt police halts illegal migration attempt to Italy

Nearly 20 Arab nationals - including 12 women and children - were trying to escape to Italy in a fishing boat off the coast of Alexandria

Lobna Monib, Thursday 30 Oct 2014 (REUTERS)

Egyptian authorities captured 17 Arab nationals attempting to illegally migrate to Italy from the coast of Alexandria on Thursday, the latest in a series of human smuggling incidents that have killed hundreds in the last year. 
The migrants were seized near Saraya Beach, a public beach in the coastal city, as they were preparing to cross the Mediterranean Sea towards Italy in a fishing ship, according to the police report on the incident, Al-Ahram's Arabic news website said.
Among the passengers were Palestinians, Syrians and Sudanese nationals, including 12 women and children. Each paid $1,600 for the trip, the report said.
Hundreds of thousands of Syrian refugees fled to Egypt following the breakout of the civil war in 2011. While the United Nations Refugee Agency says 140,273 are currently inside the country, the Egyptian foreign ministry put the number at 300,000, according to a statement in 2013.
Illegal migration from Egypt is becoming more attractive to Egyptians and refugees, with the unemployment rate rising to 13.6 percent and economic growth stagnating since a popular uprising ousted oresident Hosni Mubarak in 2011.
Abu Hamada, a Syrian smuggler believed to be implicated in the drowning of 400 people in September, was involved in the migration attempt halted today, the police report said.
On 10 September, a ship carrying 400 reportedly illegal migrants of various Arab nationalities sank in the Mediterranean, leaving at least 392 dead. The victims were mostly Palestinians fleeing Gaza after the 50-day Israeli offensive on the besieged strip.
A statement by the Palestinian embassy in Greece, published 15 September, said that the migrants' ship was hit intentionally by an Egyptian ship owned by other smugglers in what the embassy described as a "competition between the gangs of death and smuggling". Survivors attributed the deliberate drowning to disagreements between the smugglers.
Only 8 of the passengers survived the incident, three of which were rescued by a passing Greek commercial ship, as mentioned in the embassy's statement, while others were saved by Italian and Asian ships.
L'Egitto intensifica i controlli di frontiera, e il passaggio in Libia diventa sempre più difficile
http://www.dailynewsegypt.com/2014/11/16/142-migrants-detained-libya-border/bpe 

Nei commissariati di polizia egiziani si muore sotto interrogatorio.

http://notizie.tiscali.it/esteri/feeds/14/11/16/t_01_2014-11-16_1161196755.html?esteri 

Chi non può arrivare in Libia, o passare in Egitto, parte dalla Turchia e passa nelle isole greche, quindi via terra o ancora per mare, verso la Calabria e la Puglia,  per poi raggiungere il nordeuropa, anche con un vsto aereo falsificato.

http://www.hurriyetdailynews.com/worlds-refugees-rush-to-turkey-on-way-to-eu.aspx?pageID=238&nid=74134&NewsCatID=359

Aumentano anche gli arrivi dalla Grecia.  Alto il rischio di respingimenti collettivi dai porti dell'Adriatico verso la Grecia, malgrado la condanna di questi due paesi sul caso Sharifi.

http://www.lasciatecientrare.it/j25/italia/news-italia/130-appello-alle-istituzioni-fermiano-i-respingimenti

 In Bulgaria hanno costruito un muro per fermare il transito dei siriani che arrivano dalla Turchia e dalla Grecia, e nei centri di detenzione bulgari le condizioni di vita costituiscono davvero "trattamenti disumani o degradanti", vietati dall'art. 3 della Convenzione Europea a salvaguardia dei diritti dell'Uomo.

http://espresso.repubblica.it/internazionale/2014/02/03/news/i-profughi-siriani-e-il-nuovo-muro-della-bulgaria-1.150883

http://www.analisidifesa.it/2014/11/il-muro-bulgaro-per-frenare-i-rifugiati-siriani/

La Bulgaria, come la Grecia e l'Italia dovrebbero essere chiamate sempre più spesso a rispondere della violazione dei più elementari diritti fondamentali dei profughi che incappano nelle guardie di frontiera. Il blocco degli ingressi di persone che sono visibilmente portatori di istanze di protezione, che l'Europa ( Unione Europea) dovrebbe accogliere alimentano un vasto traffico di scafisti, intermediari e trafficanti di terra. In tutta l'Unione Europea nel 2014 è arrivato meno di un decimo dei profughi siriani che ha accolto la sola Turchia.

http://www.nato-pa.int/Default.asp?SHORTCUT=3577

I partiti populisti e xenofobi soffiano sul fuoco della crisi additando in ogni rifugiato il responsabile del disagio e della disperazione che sono imposte dalle politiche economiche antisociali dei governi.

http://roma.repubblica.it/cronaca/2014/11/13/news/dietro_le_sbarre_del_centro_noi_in_gabbia_come_bestie_e_ci_vogliono_tutti_morti-100419058/

http://www.communianet.org/node/780

http://www.timesofmalta.com/articles/view/20141113/world/rome-evacuates-children-from-immigrant-centre-as-violence-mounts.543898

http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/473154/Tor-Sapienza-trasferiti-tutti-i-rifugiati-dopo-nuovi-attacchi-al-centro

Ogni azione di contrasto di quella che continuano a definire immigrazione illegale, si trasforma in un regalo per le organizzazioni criminali che gesticono il traffico.

http://www.repubblica.it/solidarieta/immigrazione/2014/04/04/news/traffico_controllato_da_500_bande_ecco_il_dosier_segreto_dei_servizi_di_franco_viviano-82730386/

 Ma per la Commssione Europea a Bruxelles le proposte di aprire corridoi umanitari,con la concessione di visti di ingresso per ragioni umanitarie, o semplicemente di applicare la Direttiva 2001/55/CE che prevede il rilascio di permessi di soggiorno temporaneo per gli sfollati in caso di afflusso massiccio, sono fuori discusssione.

http://www.senato.it/application/xmanager/projects/leg17/file/Piano%20di%20ammissione.pdf

http://archivio.internazionale.it/news/italia/2014/05/13/aprire-un-corridoio-umanitario-per-salvare-i-migranti

http://www.camera.it/parlam/leggi/deleghe/03085dl.htm

http://asiloineuropa.blogspot.it/2011/06/direttiva-protezione-temporanea.html

Nessuna disponibilità sulla proposta di un esame congiunto delle richieste di asilo e di un riconoscimento reciproco delle decisioni che accordano la protezione. Il Regolamento Dublino non si deve rimettere in discussione. Basta insistere ( a parole) sulla missione TRITON di Frontex. Una missione che ancora oggi, dopo due settimane dal suo inizio, NON SI VEDE.

A Bruxelles qualcuno spera che le partenze dalle coste africane si possano bloccare per effetto della situazione militare sempre più critica. Ma  si tratta di una visione che cancella le speranze di vita delle migliaia di profughi intrappolati in Libia, e sempre più esposti alle violenze delle organizzazioni criminali che prosperano sulla chiusura dei canali legali di ingresso in Europa.

0 commenti:

Posta un commento

Presentazione

Un blog perché la cronaca quotidiana non diventi assuefazione, per contrastare la rimozione di problemi che sono prodotto di scelte politiche e di prassi amministrative che si nascondono dietro le retoriche dell'emergenza e della sicurezza. Prima di Lampedusa, prima dello sbarco, cronache di viaggi che spesso terminano in tragedie, poi notizie raccolte nei luoghi di sbarco e di accoglienza, dove si diffonde la detenzione informale e dove i diritti fondamentali dei migranti vengono compressi da una discrezionalità che si sottrae a qualsiasi controllo giurisdizionale, infine testimonianze di viaggio verso altri paesi, per trovare quel futuro e quella dignità che lItalia non garantisce più. E dunque fatti, persone, non numeri o dati, un racconto quotidiano che diventa memoria, ma anche impulso per modificare, in Italia ed in Europa, il quadro legislativo e le procedure applicate.


Diritti sotto sequestro