Powered by Blogger.

Archivio blog

Search

domenica 25 gennaio 2015

Attacco al Regolamento Frontiere Schengen. Circolari e muri per bloccare la libertà di circolazione. La Commissione Europea interroga l'Italia sulle circolari del Ministero dell'interno.


Ieri la Commissione Europea ha chiesto informazioni all'Italia sull'uso di circolari da parte del ministero dell'interno, per limitare la libertà di circolazione alle frontiere interne con la introduzione di nuovi controlli, dopo l'esito fallimentare dell'operazione di polizia MOS MAIORUM, fortemente voluta dal governo Renzi nel semestre di presidenza all'Unione Europea.

http://www.asgi.it/ultime-notizie/la-commissione-europea-allitalia-sul-rafforzamento-dei-controlli-alle-frontiere/

 http://www.statewatch.org/news/2015/jan/mm-buck-passing.html

Intanto, alle frontiere esterne della Fortezza Europa, con la Turchia, la Bulgaria inasprisce le misure di contrasto ed il Regolamento Dublino III continua a mietere vittime.

 MIGLIAIA DI PROFUGHI RIAMMESSI IN BULGARIA DA DIVERSI STATI UE, QUASI UNA DEPORTAZIONE DI MASSA CONSIDERANDO COME LA BULGARIA TRATTA I PROFUGHI, TRA I QUALI MOLTI SIRIANI,    
                                                http://www.bulgaria-italia.com/bg/news/news/04556.asp
                                          http://www.euractiv.com/sections/justice-home-affairs/thousands-asylum-seekers-be-returned-bulgaria-311050

http://www.novinite.com/…/Bulgaria+Defense+Ministry+to+Disp…

0 commenti:

Posta un commento

Presentazione

Un blog perché la cronaca quotidiana non diventi assuefazione, per contrastare la rimozione di problemi che sono prodotto di scelte politiche e di prassi amministrative che si nascondono dietro le retoriche dell'emergenza e della sicurezza. Prima di Lampedusa, prima dello sbarco, cronache di viaggi che spesso terminano in tragedie, poi notizie raccolte nei luoghi di sbarco e di accoglienza, dove si diffonde la detenzione informale e dove i diritti fondamentali dei migranti vengono compressi da una discrezionalità che si sottrae a qualsiasi controllo giurisdizionale, infine testimonianze di viaggio verso altri paesi, per trovare quel futuro e quella dignità che lItalia non garantisce più. E dunque fatti, persone, non numeri o dati, un racconto quotidiano che diventa memoria, ma anche impulso per modificare, in Italia ed in Europa, il quadro legislativo e le procedure applicate.


Diritti sotto sequestro