Powered by Blogger.

Archivio blog

Search

martedì 21 luglio 2015

Salvataggi "umanitari" nel mar libico mentre la situazione sul terreno appare sempre più confusa e l'Unione Europea scompare dallo scenario. Arrivi di massa in Grecia.


Dimezza il numero delle partenze dalla Libia in questo ultimo fine settimana, mentre aumentano in modo esponenziale gli arrivi, soprattutto di siriani, dalla Turchia nelle varie isole del mar Egeo, di fronte alla costa turca.

Si parte di nuovo anche dall'Egitto e si viene bloccati ed arrestati

http://english.ahram.org.eg/NewsContent/1/64/134926/Egypt/Politics-/Egypts-Navy-arrests--migrants-in-Mediterranean-nea.aspx

Nel Mediterraneo centrale, appena 1200 persone soccorse nell'ultimo fine settimana, in prevalenza dalla Guardia Costiera italiana. Sempre più importanti i salvataggi "privati" effettuati da organizzazioni umanitarie.

http://www.ansamed.info/ansamed/it/notizie/rubriche/cronaca/2015/07/20/grecia-oltre-28mila-migranti-arrivati-su-isole-in-20-giorni_27bc84c5-b8b9-49fa-9b11-bd0f4ce93112.html

http://afloat.ie/port-news/navy/item/29408-l%C3%A9-niamh%E2%80%99s-first-refugee-rescue-off-libya

https://twitter.com/MSF_Sea/status/622808130137755648

http://www.srf.ch/play/radio/popupaudioplayer?id=fd0e8da8-2ed7-4372-af61-221c3d30dec8

Chi parte dalla Libia arriva davvero dall'inferno.

http://www.dailymail.co.uk/news/article-3166490/Voyage-damned-Beaten-bowels-fetid-floating-coffin-just-hour-certain-death-pitiful-human-cargo-fleeing-jihad-slavery-man-helped-save.html?ITO=1490&ns_mchannel=rss&ns_campaign=1490

La Tunisia intanto, con i mezzi ottenuti dagli italiani, intensifica le operazioni di blocco navale e di arresto dei migranti che cercano di raggiungere la Sicilia. Sulle imbarcazioni dei migranti sono pronti a sparare anche le autorità libiche.

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/africa/2015/07/19/immigrazione-12-arresti-in-tunisia_6f41cb72-f512-4b66-a5f1-f4827de01419.html

http://uk.reuters.com/article/2015/07/20/uk-libya-security-coastguard-insight-idUKKCN0PU10020150720?rpc=401

L'Unione Europea scompare politicamente nel vertice di Bruxelles ed appare solo per confermare politiche si sbarramento e di respingimento.

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2015/07/20/immigrazione-mogherini-ue-sia-coerente_1f78e970-0904-4c9a-ab99-3ca4ea60cba5.html

http://www.euractiv.com/sections/justice-home-affairs/member-states-seek-agreement-coping-flood-migrants-316456

Certo, l'Unione Europea deve apparire coerente..... ecco dove sta la coerenza :  EU to fast-track asylum returns to Western Balkans

https://euobserver.com/justice/129705

http://m.news24.com/news24/World/News/EU-talks-about-flood-of-migrants-20150720

http://in.mobile.reuters.com/article/idINKCN0PU23W20150720?irpc=932

La maggior parte delle operazioni di salvataggio sulla rotta dalla Libia verso la Sicilia e Malta sono svolte da mezzi della Guardia Costiera e di organizzazioni private, come MOAS, e quando intervengono le navi militari, come quella irlandese, non si fa più riferimento all'operazione FRONTEX/TRITON ma genericamente ad "attività umanitarie si salvataggio in mare", attività peraltro imposte a tutte le navi dalle Convenzioni internazionali di Diritto del mare.

http://www.irishtimes.com/news/ireland/irish-news/le-niamh-rescues-over-360-migrants-in-mediterranean-1.2290934

Il governo italiano incapace di proporre una linea autonoma a Bruxelles accetta la riduzione dei programmi di rilocazione, il blocco sul Regolamento Dublino III, che continua a mietere vittime, soprattutto in Germania, e la sostanziale riduzione della missione Frontex/TRITON, dopo l'avvio della missione "invisibile" EUNAVFOR MED. Ma di questo ormai non scrive più nessuno.

http://www.cronachediordinariorazzismo.org/fossa-comune-mediterraneo-tutti-colpevoli-anche-i-media/mici

In Italia si stanno preparando i nuovi centri di selezione, detenzione ed espulsione dei cd. migranti economici, i cd. Hot Spot. Uno forse proprio a Pozzallo.

http://blogs.mediapart.fr/blog/migreurop/210715/avec-les-hotspots-l-ue-renforce-sa-politique-de-refoulement-des-boat-people

Intanto in Libia la situazione sfugge al controllo di chiunque voglia intervenire. Sequestri sulla strada tra il confine con la Tunisia e Tripoli, bombardamenti di cargo davanti alla costa di Tobruk.

http://www.africa-express.info/2015/07/20/breaking-newsrapiti-4-italiani-libia-ai-confini-con-la-tunisia/

L'accordo di pace rimane sulla carta e le minacce terroristiche aumentano ogni giorno.

http://www.christiantoday.com/article/three.christians.kidnapped.by.isis/59560.htm

http://uk.reuters.com/article/2015/07/19/uk-libya-security-idUKKCN0PT0RL20150719?rpc=401

http://www.timesofmalta.com/articles/view/20150720/local/europe-threatens-sanctions-on-libyans-over-peace-impasse.577414

Il ministro Gentiloni interviene con la solita precisione...

http://www.ansa.it/english/news/2015/07/20/gentiloni-says-individual-sanctions-in-libya-a-possibility_209b6150-2a8f-4707-8571-0b683aed558a.html

Ogni leader europeo parla a modo suo, ecco Cameron...

http://www.telegraph.co.uk/news/uknews/terrorism-in-the-uk/11751461/David-Cameron-Libya-air-strikes-possible-if-threat-to-Britons-emerges.html

0 commenti:

Posta un commento

Presentazione

Un blog perché la cronaca quotidiana non diventi assuefazione, per contrastare la rimozione di problemi che sono prodotto di scelte politiche e di prassi amministrative che si nascondono dietro le retoriche dell'emergenza e della sicurezza. Prima di Lampedusa, prima dello sbarco, cronache di viaggi che spesso terminano in tragedie, poi notizie raccolte nei luoghi di sbarco e di accoglienza, dove si diffonde la detenzione informale e dove i diritti fondamentali dei migranti vengono compressi da una discrezionalità che si sottrae a qualsiasi controllo giurisdizionale, infine testimonianze di viaggio verso altri paesi, per trovare quel futuro e quella dignità che lItalia non garantisce più. E dunque fatti, persone, non numeri o dati, un racconto quotidiano che diventa memoria, ma anche impulso per modificare, in Italia ed in Europa, il quadro legislativo e le procedure applicate.


Diritti sotto sequestro