Powered by Blogger.

Archivio blog

Search

martedì 11 agosto 2015

Dopo il parziale ritiro di FRONTEX/TRITON le navi umanitarie non riescono a salvare tutti i migranti in difficoltà. Ancora nessun segno della presenza di EUNAVFOR MED, e si pattugliano le coste di Malta...con lo sguardo rivolto ad est


Appare sempre più evidente il parziale ritiro e la diversa ubicazione delle navi della missione Frontex-Triton nel Mediterraneo centrale. Almeno rispetto a quanto deciso a Bruxelles il 23 aprile scorso, e a differenza degli assetti operativi che, nei mesi di  maggio e giugno, avevano permesso di contenere al minimo il numero delle vittime. Dal primo luglio, data di avvio, tra l'altro, dell'operazione EUNAVFOR MED, è stato uno stillicidio di morti e dispersi, fino alla tragedia del 5 agosto, al largo della costa di Zuwara, nella quale hanno perso la vita oltre 200 persone.

http://sociale.corriere.it/mia-figlia-era-gia-sottacqua-non-riusciva-piu-a-respirare-non-so-come-ci-siamo-salvati/?cmpid=SF020103COR

http://www.independent.com.mt/articles/2015-08-11/local-news/Private-migrant-rescue-missions-should-not-serve-as-an-excuse-for-states-to-to-nothing-PM-6736140320

http://www.internazionale.it/reportage/2015/07/06/migranti-africani-moas 

Non si sa chi abbia deciso i nuovi assetti operativi di Frontex/Triton, i politici a Bruxelles sono andati tutti in ferie, ed i vertici militari e di polizia sembrano ancora più autonomi e sicuri di operare al di fuori di qualsiasi controllo democratico.

https://au.news.yahoo.com/thewest/a/28069554/

Questi i rinforzi di Frontex/Triton... dai primi di agosto nel Mediterraneo centrale.

http://www.shipspotting.com/gallery/photo.php?lid=1765148

Frontex investe molto di più per preparare anche voli di rimpatrio, magari per le vittime di tratta e si tenta ancora di negoziare nuovi accordi di riammissione con paesi che non rispettano i diritti umani.

http://www.sigmalive.com/en/news/international/133460/hammond-migrants-need-to-be-returned

http://www.cronachediordinariorazzismo.org/vittime-tratta-cie-ponte-galeria-lasciatecientrare/

Tra la Libia e la Sicilia, in sordina, quando non ci sono morti, continuano i salvataggi, in particolare nelle acque a nord di Tripoli e Zuwara. Ad operare, in prevalenza, ancora mezzi della Guardia Costiera italiana, e i mezzi delle missioni civili MOAS ed MSF con il supporto di Sea Watch. oltre all'instancabile equipaggio della nave irlandese LE NIAMH, che tra poco dovrebbe essere sostituita da un'altra nave irlandese, sempre al di fuori di Frontex/Triton. Come nuova "entrata" nelle operazioni SAR al largo delle coste libiche si segnala la nave militare Mimbelli, che, con nave Sirio, dovrebbe fare parte del dispositivo militare "Mare Sicuro". Dunque nè Frontex/Triton, nè EUNAVFOR MED.

 Navi Mimbelli e Sirio in soccorso al barcone capovolto al largo della Libia - www.HTO.tv

https://www.youtube.com/watch?v=METYC9UNNRE

http://www.newstalk.com/LE-Niamh-rescued-migrants-Sicily-Libya-Mimbelli-inflatable-craft

http://www.ansa.it/english/news/general_news/2015/08/10/more-than-1500-migrants-rescued-monday_e4174572-1435-40fd-9df4-9ec09b685f0f.html

http://www.msf.org/topics/mediterranean-migration

https://mediterraneanhope.wordpress.com/2015/07/25/moas-msf-e-sea-watch-ricerca-e-soccorso-indipendenti-nel-post-mare-nostrum/

Intanto in Grecia si aggrava giorno dopo giorno la crisi, anche per quanto concerne gli arrivi di migranti nelle isole di fronte la costa turca e non mancano episodi di respingimento e di trattenimento arbitrario, come da ultimo nell'isola di Kos. La tensione è ormai alle stelle. In Italia qualcuno parla di "guerriglia tra polizia e migranti"...

http://www.ansamed.info/ansamed/it/notizie/rubriche/cronaca/2015/08/11/guerriglia-tra-polizia-e-migranti-nellinferno-di-kos_09fa7158-d9bc-43ee-982d-010c7fab2c01.html

http://sputniknews.com/europe/20150810/1025582315.html

http://www.neurope.eu/article/124000-migrants-arrived-in-greece-by-sea-at-the-end-of-july/

http://www.ekathimerini.com/200415/article/ekathimerini/news/coast-guard-rescues-1417-migrants-in-three-days-off-aegean-islands

http://www.hurriyetdailynews.com/migrant-crisis-surpasses-greek-abilities-tsipras-.aspx?pageID=238&nID=86612&NewsCatID=351

http://www.thenews.com.pk/Todays-News-1-333579-Greek-coast-guard-rescues-1417-migrants

In Italia si attribuisce la responsabilità delle tensioni a Kos soltanto agli arrivi di massa dei migranti, in gran parte famiglie in fuga dall'inferno siriano, solo la stampa estera riferisce dei tentativi di arresto ed internamento da parte della polizia greca.

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2015/08/11/immigrazione-in-grecia-cresce-tensione_ab1bc9de-5488-435e-8633-c11a62b38aed.html

E delle manganellate in testa alle donne ed ai bambini che cercano soltanto di fuggire verso la salvezza non scrive nessuno. Viene da chiedersi chi è questo ministro dell'interno che fa parte del governo Tsipras.

http://www.timesofmalta.com/articles/view/20150811/world/chaos-on-greek-island-of-kos-amid-migrant-crisis.580230

http://www.ekathimerini.com/200445/article/ekathimerini/news/fivefold-increase-in-arrests-for-illegal-entry-into-greece

http://www.internazionale.it/notizie/2015/08/11/kos-grecia-migranti-polizia

http://www.repubblica.it/esteri/2015/08/11/foto/grecia_kos_migranti_scontri-120803868/1/?ref=HREC1-1#15

http://www.businessinsider.com.au/r-migrants-clash-with-police-on-greek-island-of-kos-as-tensions-flare-2015-8

http://www.ctvnews.ca/world/tension-fights-as-migrants-processed-on-greek-island-1.2511258

http://www.ekathimerini.com/200411/article/ekathimerini/news/more-than-150-migrants-reach-kos-on-several-boats

Per fortuna qualche italiano(a) resistente e solidale si trova anche nelle isole greche...

http://www.corriere.it/cronache/15_agosto_10/grecia-migranti-soccorsi-una-barca-turisti-italiani-a76be34e-3f71-11e5-9e04-ae44b08d59fb.shtml

La tensione monta quando le autorità non sanno più come affrontare la situazione e si affidano alle misure da ordine pubblico

http://www.foxnews.com/world/2015/08/11/tension-mounts-fights-break-out-as-authorities-struggle-with-migrant-arrivals/

http://www.spiegel.de/international/europe/tourists-and-refugess-cross-paths-in-the-mediterranean-a-1046969.html

A livello europeo adesso la preoccupazione principale sembra costituita dal contenimento delle 123.000 persone sbarcate in Grecia quest'anno, molte più dei migranti sbarcati in Italia, e si apprestano barriere e difese dei confini orientali dell'Unione. Quasi tutti tenteranno di proseguire verso il nordeuropa attraverso la rotta balcanica o tentando la traversata verso l'Italia. Di certo in Grecia non li fermerà nessuno. Agli appelli dell'Unione Europea, dopo ogni strage, ormai non crede più nessuno.

http://www.hurriyetdailynews.com/refugees-reaching-greece-after-dangerous-journey-want-to-leave-for-other-eu-countries-.aspx?pageID=238&nID=86719&NewsCatID=351

http://www.ekathimerini.com/200355/article/ekathimerini/news/eu-appeals-for-assets-for-greece-hungary-migrant-operations

http://www.theguardian.com/uk-news/2015/aug/10/10-truths-about-europes-refugee-crisis#img-2

Non sarà proprio un caso se uno dei pochi mezzi ancora operanti di Frontex/Triton fa base a Malta e pattuglia le acque antistanti l'isola andando avanti ed indietro per sorvegliare eventuali imbarcazioni che possano arrivare da oriente, dalla Grecia o dall'Egitto.

 Questa una delle due navi di Frontex ancora impegnate nell'operazione Triton. In tempo reale.
Il rimorchiatore svedese Poseidon. Si trova a 20 miglia ad est di Malta, sta pattugliando il mare nella direzione della Grecia e dell'Egitto.
Perché Frontex/Triton non invia più navi in missione al limite delle acque territoriali libiche, come avveniva nei mesi di maggio e giugno ?
Si rendono conto che le navi umanitarie civili di MOAS, MSF e SEA WATCH, oltre alla Guardia Costiera italiana, ed adesso alla Guardia di finanza, non possono garantire la copertura di una area tanto vasta per gli interventi SAR ( Ricerca e salvataggio)?



Più a sud, verso le coste libiche, come al solito in queste ultime settimane, soltanto i mezzi della Guardia Costiera e le navi umanitarie di MOAS, MSF e Sea-Watch, ai quali si aggiungono ogni tanto due mezzi della Marina militare, la Minbelli e la Sirio, dell'operazione Mare Sicuro.

http://www.medicisenzafrontiere.it/notizie/news/le-operazioni-msf-di-soccorso-mare

E il tempo potrà soltanto peggiorare, rendendo ancora più rischiose le traversate e difficili gli interventi di salvataggio. Basterà ancora, per distogliere l'attenzione dell'opinione pubblica dalle vittime, puntare tutto sugli "scafisti crudeli" e sui processi contro i trafficanti ?

http://www.radiortm.it/2015/08/11/pozzallo-sbarcano-in-453-fermati-4-presunti-scafisti/

http://www.avvenire.it/Cronaca/Pagine/Mercanti-di-morte-ora-li-prendono

http://blogs.mediapart.fr/blog/migreurop/100815/il-s-agit-d-une-guerre-aux-migrants-pas-de-la-fatalite-ou-de-la-responsabilite-des-passeurs-0

0 commenti:

Posta un commento

Presentazione

Un blog perché la cronaca quotidiana non diventi assuefazione, per contrastare la rimozione di problemi che sono prodotto di scelte politiche e di prassi amministrative che si nascondono dietro le retoriche dell'emergenza e della sicurezza. Prima di Lampedusa, prima dello sbarco, cronache di viaggi che spesso terminano in tragedie, poi notizie raccolte nei luoghi di sbarco e di accoglienza, dove si diffonde la detenzione informale e dove i diritti fondamentali dei migranti vengono compressi da una discrezionalità che si sottrae a qualsiasi controllo giurisdizionale, infine testimonianze di viaggio verso altri paesi, per trovare quel futuro e quella dignità che lItalia non garantisce più. E dunque fatti, persone, non numeri o dati, un racconto quotidiano che diventa memoria, ma anche impulso per modificare, in Italia ed in Europa, il quadro legislativo e le procedure applicate.


Diritti sotto sequestro