Powered by Blogger.

Archivio blog

Search

sabato 15 agosto 2015

Frontex/Triton sposta i suoi assetti ad est di Malta, mentre i migranti continuano a morire a nord della Libia. Altri salvataggi in corso. In attività anche la nave umanitaria Phoenix di MOAS-MSF


La rotta dalla Libia verso le coste italiane è la più pericolosa del Mediterraneo, oltre 2500 morti contro le poche decine di vittime che si registrano nel passaggio dalla Turchia verso la Grecia e dal Marocco verso la Spagna ( incluse Ceuta e Melilla).

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2015/08/14/oim-canale-sicilia-rotta-piu-letale_366df945-c404-47de-928c-b45fc441cd47.html

http://www.bbc.com/news/world-europe-33949681

http://www.csmonitor.com/World/Europe/2015/0815/Italian-navy-rescues-320-migrants-but-40-suffocated-to-death-in-ship

 Altri 719 migranti recuperati in tre interventi di soccorso. Saranno sbarcati domani ad Augusta, Pozzallo e Porto Empedocle

"Ed è in navigazione verso il porto di Pozzallo , in provincia di Ragusa, la nave Phoenix con a bordo 201 migranti recuperati da un barcone in difficoltà nel Canale di Sicilia. L'arrivo nel porto della cittadina ragusana è previsto per domani intorno alle ore 18".


A partire dal 3 luglio, dopo l'entrata in scena dell'operazione EUNAVFOR MED, invisibile agli occhi dei civili, ed assente dal teatro delle operazioni di ricerca e salvataggio, i mezzi navali ed aerei dell'operazione FRONTEX/TRITON sono scomparsi dalle acque a nord della Libia, dove nei mesi di maggio e giugno avevano contribuito a ridurre al minimo la perdita di vite umane, e sono state schierate a difesa del fronte sud-orientale delle frontiere europee, ad est di Malta.

http://www.statewatch.org/news/2015/may/eu-med-military-op.pdf

 http://frontex.europa.eu/news/frontex-expands-its-joint-operation-triton-udpbHP

Qui la prova della ricomparsa dei mezzi di FRONTEX/TRITON in quella zona. A nord della costa libica dovrebbe essere rimasto operativo soltanto il rimorchiatore norvegese SIEM PILOT inserito da tempo nel dispositivo Frontex, ma anche questo mezzo punta sempre più spesso su Malta. Ed oggi ha preso a bordo persone soccorse più a sud da un'altro mezzo. Adesso questo mezzo di Frontex carica a bordo persone già soccorse da altre unità navali. E li porta in un porto italiano.

"Un gommone, con 103 persone a bordo, è stato soccorso dalla nave militare tedesca Werra che ha tratto in salvo i migranti. Successivamente, li trasborderà sulla nave norvegese Siem Pilot. Il porto di rientro dovrebbe essere Porto Empedocle, ma si attende conferma".

http://palermo.repubblica.it/cronaca/2015/08/15/news/immigrazione_nave_marina_soccorre_barcone_con_300_a_bordo-121012695/

http://www.strill.it/citta/2015/08/reggio-arrivati-i-migranti-della-siem-pilot-due-ricoverati-per-controlli-foto/

 https://www.marinetraffic.com/no/ais/details/ships/257458000

 Si vede che il nuovo fronte che l'Unione Europea si sta preparando a difendere è proprio quello ad est di Malta.

http://www.independent.com.mt/articles/2015-08-15/local-news/At-least-40-migrants-dead-in-yet-another-Mediterranean-tragedy-rescue-mission-under-way-6736140529

" Nuovi sbarchi. Sono attesi per domani alle 8 al porto di Augusta, in provincia di Siracusa, 415 migranti soccorsi al largo delle coste dell'Egitto. Per salvarli sono intervenuti un pattugliatore della Guardia costiera croata, un pattugliatore della Guardia di Finanza e una nave inglese, tutti e tre inseriti tra gli assetti Triton. Da una prima ricostruzione, la carretta del mare non avrebbe potuto continuare a lungo la navigazione sul Mediterraneo. Non si conoscono ancora le condizioni fisiche dei migranti. Le operazioni di salvataggio si sono concluse nella tarda mattinata di oggi".

http://m.repubblica.it/mobile/r/locali/palermo/cronaca

Una decisione assunta in segreto dai vertici di Frontex, ma i cui effetti erano stati ben evidenti per tutto il mese di luglio, con l'incremento esponenziale del numero delle vittime culminato poi nel naufragio del 5 agosto scorso e nel ritrovamento odierno di decine di migranti soffocati all'interno di un barcone partito dalle coste libiche.

http://dirittiefrontiere.blogspot.it/2015/08/leclissi-delloperazione-frontextriton-i.html

 La priorità per Frontex rimane il  controllo e la difesa delle frontiere, la salvaguardia della vita umana in mare non rientra tra le priorità dell'agenzia.

http://www.theguardian.com/world/2015/apr/22/eu-borders-chief-says-saving-migrants-lives-cannot-be-priority-for-patrols

http://migrantsatsea.org/2015/05/05/highlights-from-frontex-annual-risk-analysis-2015-detections-of-illegal-border-crossing-between-border-crossing-points/

Dietro queste decisioni una comunicazione che lamenta la cronica assenza di fondi e la generosa disponibilità delle casse europee tanto avare in altri casi con la domanda di accoglienza ed assistenza sociale che proviene dai migranti e dai cittadini meno abbienti.

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2015/08/14/immigrazioneuedare-mezzi-a-frontex_738c5a8f-9dd5-4ad4-8a52-5304f87b3861.html

Nello stesso giorno una operazione di salvataggio effettuata da mezzi appartenenti all'operazione Frontex/Triton svela quale sia il posizionamento attuale delle navi e degli aerei inviati da Bruxelles, non più tanto vicino alle coste libiche, per non esercitare un effetto di attrazione, come continuano evidentemente a pensare i responsabili di questa agenzia, ma ben ad oriente di Malta, in modo da rafforzare quell'effetto di deterrenza che ha di fatto interdetto le partenze di mezzi più grossi dall'Egitto e dalla Turchia. Un risultato raggiunto grazie ad una fitta rete di collaborazioni e di accordi operativi con le autorità di due paesi governati da uomini che si caratterizzano sempre più come veri e propri dittatori, forti della loro posizione strategica e dell'avallo che forniscono loro le "democrazie" occidentali.

http://www.straitstimes.com/world/europe/turkish-crackdown-on-ghost-ships-sparked-migrant-drive-to-greece-iom

http://www.nzherald.co.nz/world/news/article.cfm?c_id=2&objectid=11497458

https://www.middleeastmonitor.com/news/africa/20442-rights-group-2799-deaths-by-egyptian-authority-in-two-years

https://www.amnesty.org/en/countries/europe-and-central-asia/turkey/

Ed in fondo, nelle dichiarazioni odierne di Alfano, si ritrova la stessa politica, lo stesso bisogno disperato di trovare una autorità forte anche in Libia, in modo da potere negoziare anche con questa nuova autorità centrale il blocco delle partenze e l'arresto dei migranti, ovviamente con la scusa di contrastare le organizzazioni di trafficanti.  E' questo l'asse principale degli accordi di Rabat e del Processo di Khartoum. Questo il calendario di lavoro che l'Unione Europea si propone in vista del prossimo vertice di Malta dell'11 e 12 novembre 2015. Dobbiamo fare qualsiasi sforzo per bloccare queste politiche di sbarramento e svelare il costo umano che comportano.

http://www.statewatch.org/news/2015/jul/eu-council-november-015-migration-valletta-conference-orientation-debate-10387-15.pdf 

Non sappiamo quando la Libia avrà autorità centrali che permettano ai governi europei il rilancio di quelle operazioni civili che nascondono attività militari , come EUBAM-Libia, che avevano come unico scopo quello di bloccare le partenze verso l'Unione Europea, senza curarsi degli abusi sofferti dai migranti nei tanti centri di detenzione in Libia.

http://eeas.europa.eu/csdp/missions-and-operations/eubam-libya/index_en.htm

http://www.eeas.europa.eu/csdp/missions_operations/eubam-libya/eubam_factsheet_en.pdf

Di certo gli attuali governanti europei, senza distinzione alcuna, ed Alfano con Renzi tra questi, non hanno affatto a cuore la salvezza delle vite delle persone che sono intrappolate nei paesi di transito, esposte ad ogni tipo di ricatto e di violenza.

http://www.mirror.co.uk/news/world-news/migrants-crisis-40-people-die-6260034

http://video.corriere.it/immigrazione-alfano-senza-soluzione-la-libia-ci-saranno-ancora-tragedie/6f07dd48-4352-11e5-a5fb-660d73bd7f47?playlistId=97fa3b06-7de1-11df-a575-00144f02aabe

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2015/08/13/migranti-padre-giulio-albanese-accusa-leuropa-jihadisti-finanziati-per-mantenere-il-caos/404762/

Per questi governanti del disprezzo conta soltanto potere sbandierare ai loro elettori una diminuzione del numero delle persone che riescono ad arrivare, anche se il numero delle vittime continua a crescere inesorabilmente.


0 commenti:

Posta un commento

Presentazione

Un blog perché la cronaca quotidiana non diventi assuefazione, per contrastare la rimozione di problemi che sono prodotto di scelte politiche e di prassi amministrative che si nascondono dietro le retoriche dell'emergenza e della sicurezza. Prima di Lampedusa, prima dello sbarco, cronache di viaggi che spesso terminano in tragedie, poi notizie raccolte nei luoghi di sbarco e di accoglienza, dove si diffonde la detenzione informale e dove i diritti fondamentali dei migranti vengono compressi da una discrezionalità che si sottrae a qualsiasi controllo giurisdizionale, infine testimonianze di viaggio verso altri paesi, per trovare quel futuro e quella dignità che lItalia non garantisce più. E dunque fatti, persone, non numeri o dati, un racconto quotidiano che diventa memoria, ma anche impulso per modificare, in Italia ed in Europa, il quadro legislativo e le procedure applicate.


Diritti sotto sequestro