Powered by Blogger.

Archivio blog

Search

venerdì 23 ottobre 2015

Dalla frontiera turca ai confini sloveni l'Europa si arma. Sulle rotte balcanche si risponde ai profughi con arresti e confinamenti. Polizia ed eserciti mobilitati ovunque contro i siriani in fuga dalla guerra, ed Erdogan alza il prezzo del ricatto.



"Europe should not use force to stop people smugglers in the Mediterranean, a U.N. investigator said on Friday, suggesting the European Union could team up with the United States, Canada, Australia and New Zealand to resettle two million refugees.

The United Nations Special Rapporteur on the human rights of migrants, Francois Crepeau, said the U.N. Security Council was mistaken to authorise European Union naval operations in the high seas off Libya to seize and dispose smugglers' vessels".

http://in.reuters.com/article/2015/10/23/europe-migrants-un-idINKCN0SH2I120151023?rpc=401

Dopo l'incontro tra la Merkel ed Erdogan si legittimano le peggiori operazioni di polizia, come i respingimenti che la Turchia continua ad eseguire verso la Siria. Ed anche in mare, tra la Turchia e la grecia non mancano respingimenti e sequestri veri e propri.

http://www.focus-fen.net/news/2015/10/23/387181/human-rights-watch-says-armed-men-attacked-refugee-boats-near-turkey.html

http://news.am/eng/news/292251.html

http://asia.nikkei.com/Politics-Economy/International-Relations/Turkey-Europe-s-backdoor

 In Europa si alzano ogni giorno nuovi muri, ed alle forze di polizia si affiancano anche gli eserciti, per tentare di fermare l'inarrestabile fuga di centinaia di migliaia di persone, in stragrande maggioranza siriani, che  chiedono protezione.

https://euobserver.com/institutional/130784

http://www.lemonde.fr/europe/article/2015/10/21/les-refugies-toujours-plus-nombreux-dans-les-balkans_4793863_3214.html

https://www.facebook.com/Channel4News/videos/10153291465936939/?pnref=story

Soprattutto adesso che si è sparsa la notizia che la Merkel potrebbe chiudere anzitempo la frontiera tedesca, se la Grecia non collabora con le identificazioni negli Hot Spots, come quello aperto nell'isola di Lesbo, e se non riesce a trattenere almeno una parte dei 500.000 migranti che sono entrati in questo ultimo anno, prevalentemente dalla Turchia. Anche l'Austria minaccia di sbarrare di nuovo le frontiere.

http://www.politis.fr/Allemagne-Grece-Marche-de-dupes,32729.html

http://www.thelocal.at/20151023/austrian-minister-calls-for-fortress-europe

 Le parole d'ordine imposte dall'Unione Europea agli stati più esposti, come la Grecia e l'Italia è sempre la stessa, arrestare, identificare, respingere. Per i paesi balcanici invece si alternano aperture e chiusure, ma si lasciano liberi i governi nazionali di massacrare i diritti delle persone e di abbandonarle esposte al freddo ed alla violenza delle forze di polizia.  Domenica previsto l'ennesimo vertice europeo, un vertice al quale l'Italia non è stata neppure invitata.

http://www.statewatch.org/news/2015/oct/eu-com-west-balkans-summit-prel.pdf 

http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Migranti-Juncker-convoca-un-vertice-sulla-crisi-nei-balcani-668b6d47-74b6-44b9-a553-2d3715bbd3c6.html 

http://weekly.ahram.org.eg/News/13527/19/The-EU-looks-to-Ankara.aspx

Il ricatto di Erdogan sta funzionando e l'ondata di piena dei profughi è arrivata in Slovenia, dopo che la Repubblica Ceca ha sbarrato i confini e deportato migliaia di persone.

http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Migranti-In-Slovenia-seimila-nuovi-arrivi-nella-mattinata-6bf9bfa5-7245-4289-af40-0df8e9841ecc.html

http://www.csmonitor.com/World/Europe/2015/1020/New-refugee-path-through-Balkans-swamps-tiny-Slovenia-video

http://www.balcanicaucaso.org/aree/Slovenia/Rifugiati-in-Slovenia-legge-ed-ordine-165242

 http://www.balcanicaucaso.org/aree/Slovenia/Rifugiati-nel-limbo-tra-Croazia-e-Slovenia-165205

http://www.breitbart.com/london/2015/10/22/send-help-slovenia-pleads-for-eu-police-to-stem-migrant-invasion/

http://www.iol.co.za/news/world/slovenia-gives-army-more-power-1.1933370#.VioemPHotsd

http://www.aljazeera.com/news/2015/10/slovenia-expands-army-authority-stem-refugee-influx-151021065741765.html

Se anche l'Austria chiuderà la sua frontiera con la Slovenia, sia pure a tempo, si può attendere che aumentino gli arrivi in Italia, alle frontiere nordorientali, ma di questo naturalmente non ne parla nessuno, e non si prepara per tempo nessuna misura di accoglienza straordinaria, come sarebbe possibile e necessario. Dopo la dissoluzione del Regolamento Dublino III, adesso è in discussione la stessa libertà di circolazione affermata dal Trattato di Schengen. La Repubblica ceca ha già mostrato il peggio. Andrebbero sbattuti fuori dall'Unione Europea. Altri paesi scaricano sul vicino il peso dell'accoglienza, come ha fatto la Croazia fino a ieri. Spingendo i profughi verso la Slovenia.

http://www.statewatch.org/news/2015/oct/czech-ombs-detention-report.pdf 

http://www.statewatch.org/news/2015/oct/un-czech-republic-stop-detention-refugees.pdf 

http://www.sbs.com.au/news/storystream/un-criticises-czech-detentions-and-strip-searches-refugees

http://sputniknews.com/europe/20151023/1028982524/refugees-croatia-border-security.html

http://www.bbc.com/news/world-europe-34604118

Le temperature sempre più rigide, nei Balcani, ma anche in Turchia e nel mare Egeo, faranno altre vittime ed i paesi europei si rimpalleranno ancora una volta le loro responsabilità sotto la spinta di elettorati e di gruppi di opinione apertamente xenofobi, se non razzisti.

http://neoskosmos.com/news/en/Bad-weather-in-greece-spells-hell-for-migrants

Tempeste di neve e sbarramenti di militari si opporranno presto a questa valanga umana, innescata dal mancato sostegno ai paesi circostanti la Siria che per anni offrivano la prima accoglienza ( come la Giordania ed il Libano), e poi dai ricatti di Erdogan  che vuole regolare in fretta la questione kurda, impedendo all'Unione Europea di disturbare la sua attività repressiva ed illegale, con la cancellazione dello stato di diritto, come se si trattasse di una questione interna. Cruciali le prossime elezioni. se saranno controllate da Erdogan, come si appresta a fare, in Turchia si affermerà un regime, una "dittatura democratica".

http://weekly.ahram.org.eg/News/13527/19/The-EU-looks-to-Ankara.aspx

https://www.opendemocracy.net/emma-sinclair-webb/no-eu-turkey-is-not-safe-for-everyone

http://humanrightsturkey.org/2015/10/22/amnesty-issues-urgent-action-on-refugees-at-risk-of-deportation/

0 commenti:

Posta un commento

Presentazione

Un blog perché la cronaca quotidiana non diventi assuefazione, per contrastare la rimozione di problemi che sono prodotto di scelte politiche e di prassi amministrative che si nascondono dietro le retoriche dell'emergenza e della sicurezza. Prima di Lampedusa, prima dello sbarco, cronache di viaggi che spesso terminano in tragedie, poi notizie raccolte nei luoghi di sbarco e di accoglienza, dove si diffonde la detenzione informale e dove i diritti fondamentali dei migranti vengono compressi da una discrezionalità che si sottrae a qualsiasi controllo giurisdizionale, infine testimonianze di viaggio verso altri paesi, per trovare quel futuro e quella dignità che lItalia non garantisce più. E dunque fatti, persone, non numeri o dati, un racconto quotidiano che diventa memoria, ma anche impulso per modificare, in Italia ed in Europa, il quadro legislativo e le procedure applicate.


Diritti sotto sequestro