Powered by Blogger.

Search

giovedì 19 novembre 2015

Trattato di Schengen a rischio, nuove barriere ovunque, ma la sicurezza deriva soltanto dalla pace e dai diritti fondamentali riconosciuti a tutti.


Era ampiamente prevedibile, ma le conseguenze sulla mobilità interna ed esterna dei migranti e dei profughi saranno pesantissime ed oggi ancora incalcolabili.

http://www.lastampa.it/2015/11/19/esteri/leuropa-progetta-la-fortezza-schengen-controlli-su-chi-entra-anche-se-comunitario-aKy0HLJdz9n7Xf62YyZWyM/pagina.html

http://www.theguardian.com/world/2015/nov/18/eu-travellers-tighter-id-checks-french-clampdown-borders-paris-attacks?CMP=Share_iOSApp_Other

 Draft Conclusions of the Council of the EU and of the Member States meeting within the
Council on Counter-Terrorism


http://www.statewatch.org/news/2015/nov/eu-jha-20-nov-draft-conclusions-14298-15.pdf

http://www.statewatch.org/news/2015/nov/eu-jha-council-french-proposals.pdf

http://www.statewatch.org/news/2015/nov/eu-pnr-state-of-play-14024-15.pdf

http://ec.europa.eu/dgs/home-affairs/what-we-do/policies/borders-and-visas/schengen/index_en.htm

Nesseuno sembra preoccuparsi nell'affrontare i problemi alla radice, a partire dalle tante crisi che funestano da anni il medioriente, e dall'appoggio di alcuni regimi, da quello saudita a quello (in fieri) turco, fornito agli estremisti musulmani.

  Schengen is cracking – Can the EU withstand the pressure?

http://globalriskinsights.com/2015/11/schengen-is-cracking-can-the-eu-withstand-the-pressure/

 EU states to agree tighter passport checks - draft document

http://www.trust.org/item/20151119130237-t19v7/

 Syrians fly to Mauritania for perilous Sahara trek, Europe tightens borders

http://www.trust.org/item/20151119125807-v6kuv/?source=fiOtherNews2

Le conseguenze di questa "guerra" ai diritti di libertà dichiarata da entrambe le parti saranno terribili sia per i cittadini europei che per i migranti. Non è una questione di religione, ma di appropriazione violenta di risorse e di sfruttamento di esseri umani. La storia lo insegna. Ma tutti sono preoccupati soltanto alla sicurezza interna, senza capire che la vera sicurezza, anche per gli europei, si costruisce in Palestina, in Siria, in Libia ed in Irak. O si distrugge per sempre. Tra le macerie future anche lo stato di diritto e quel barlume di democrazia che ancora caratterizza gli stati occidentali. La parola a Gino Strada, "silenziato" da Facebook.

http://zapping2015.altervista.org/lo-sfogo-di-gino-strada-in-15-anni-di-guerra-solo-danni-ci-raccontano-solo-balle-ma-in-tutto-questo-tempo-hanno-solo-distrutto-nazioni-rafforzato-i-talebani-di-cui-nessuno-parla-piu-e-inventat/

http://www.amnesty.it/Francia-misure-di-emergenza-proteggano-popolazione-senza-mettere-a-rischio-i-diritti-umani#st_refDomain=www.facebook.com&st_refQuery=/

0 commenti:

Posta un commento

Presentazione

Un blog perché la cronaca quotidiana non diventi assuefazione, per contrastare la rimozione di problemi che sono prodotto di scelte politiche e di prassi amministrative che si nascondono dietro le retoriche dell'emergenza e della sicurezza. Prima di Lampedusa, prima dello sbarco, cronache di viaggi che spesso terminano in tragedie, poi notizie raccolte nei luoghi di sbarco e di accoglienza, dove si diffonde la detenzione informale e dove i diritti fondamentali dei migranti vengono compressi da una discrezionalità che si sottrae a qualsiasi controllo giurisdizionale, infine testimonianze di viaggio verso altri paesi, per trovare quel futuro e quella dignità che lItalia non garantisce più. E dunque fatti, persone, non numeri o dati, un racconto quotidiano che diventa memoria, ma anche impulso per modificare, in Italia ed in Europa, il quadro legislativo e le procedure applicate.


Diritti sotto sequestro