Powered by Blogger.

Archivio blog

Search

lunedì 18 gennaio 2016

Liberati in Grecia gli operatori umanitari arrestati per agevolazione dell'ingresso illegale. La solidarietà non è reato.


Liberati su cauzione in Grecia i cinque operatori umanitari che a Lesvos erano stati arrestati dalla Guardia Costiera greca, all'indomani del rinforzo della missione di Frontex in Egeo, con l'accusa di avere favorito l'immigrazione illegale e con la contestazione di essere in possesso di armi, alcuni coltelli normali dotazioni di sicurezza di un battello di soccorritori. Le indagini a loro carico proseguono.

Altri operatori umanitari erano stati incriminati per avere riciclato giubbotti salvagente in modo da riutilizzarli per altri migranti in difficoltà nelle acque dell'Egeo, dove continuano i tentativi di respingimento e dove non sempre la Guardia Costiera greca interviene per tempo, come è confermato dai salvataggi operati dall'imbarcazione della missione umanitaria MOAS.

https://twitter.com/moas_eu/status/670542959838961664

https://twitter.com/moas_eu/status/681423730636140544/photo/1

Anche gli operatori umanitari spagnoli e danesi arrestati dalla Guardia Costiera greca effettuavano salvataggi in mare.

Attorno agli operatori umanitari ingiustamente accusati dalla polizia è cresciuta una grande solidarietà internazionale. Quanto successo in Grecia conferma come si voglia creare una serie di zone franche alle frontiere e dissuadere gli operatori umanitari ad intervenire, perchè potrebbero essere testimoni dei numerosi abusi che le autorità compiono ogni giorno, nel tentativo di ridurre gli arrivi e di schedare migranti e volontari, piuttosto che procedere con tempestività ed efficacia alle azioni di salvataggio, come sarebbe imposto dal diritto internazionale del mare.
Nessuno si farà intimidire da questi tentativi di criminalizzazione da parte delle autorità di polizia, iniziative che comunque potrebbero rallentare le attività di ricerca  e soccorso,  e quindi di avere comunque un costo assai elevato in termini di vite umane.

https://www.facebook.com/Proemaid/?pnref=story

https://www.facebook.com/Proemaid/videos/1691107251148035/?pnref=story

http://www.digitaljournal.com/news/world/greece-frees-migrant-rescuers-detained-for-trafficking/article/455073

Greece frees migrant rescuers detained for 'trafficking'

By AFP     6 hours ago in World
"Greek authorities have released five rescuers working for NGOs that help migrants making the perilous sea crossing from Turkey, police said on Sunday, after they were detained on suspicion of people smuggling.
The aid workers -- two Danes working for the NGO Team Humanity, and three Spanish citizens with the organisation PROEM-AID -- were detained Thursday when coastguards patrolling off the island of Lesbos found two of them in possession of knives and an undeclared two-way radio.
The prosecutor in Lesbos' main town Mytilene on Thursday opened proceedings against the group on suspicion of "attempting to facilitate the entry of illegal migrants", and they were questioned over the weekend.
"The five detained people have been freed," an official with the island's port police told AFP, without saying who, if anyone, had been charged.
Greek authorities have in recent days begun a more stringent inspection of the aid groups operating on the holiday island -- which saw half a million migrants pass through last year on their way elsewhere in Europe -- in a bid to improve rescue coordination.
Seven volunteers -- including three Britons, two Americans, a Dane and a Cypriot -- had been arrested Saturday on suspicion of stealing lifejackets left behind by refugees.
They were later released after convincing the authorities that they intended to use the lifejackets for makeshift bedding for the migrants.
Peter Bouckaert, emergencies director at Human Rights Watch, criticised the spate of arrests, saying NGOs were filling a "crucial gap in capacity" as cash-strapped Athens struggled to cope with the flow of arrivals.
"The work of volunteers on the Greek islands is of critical importance, and saves lives," he wrote on Facebook.
"Those crucial activities should be facilitated by the Greek authorities, and not impeded."
PROEM-AID said on its Facebook page that the three Spaniards had not been charged, but that Greek authorities were demanding a deposit of 15,000 euros ($16,400) from the NGO while they continue to investigate.
Greek islands in the Aegean Sea saw more than 800,000 migrants -- many of them refugees fleeing war-torn Syria -- land on their shores from Turkey in 2015, their first EU stop on a journey to new lives in Germany, Sweden and elsewhere.
More than 3,700 migrants died or were reported missing in the Mediterranean in 2015 while making the dangerous crossing, 800 of them while trying to make it to Greece and the rest heading towards Italy".

0 commenti:

Posta un commento

Presentazione

Un blog perché la cronaca quotidiana non diventi assuefazione, per contrastare la rimozione di problemi che sono prodotto di scelte politiche e di prassi amministrative che si nascondono dietro le retoriche dell'emergenza e della sicurezza. Prima di Lampedusa, prima dello sbarco, cronache di viaggi che spesso terminano in tragedie, poi notizie raccolte nei luoghi di sbarco e di accoglienza, dove si diffonde la detenzione informale e dove i diritti fondamentali dei migranti vengono compressi da una discrezionalità che si sottrae a qualsiasi controllo giurisdizionale, infine testimonianze di viaggio verso altri paesi, per trovare quel futuro e quella dignità che lItalia non garantisce più. E dunque fatti, persone, non numeri o dati, un racconto quotidiano che diventa memoria, ma anche impulso per modificare, in Italia ed in Europa, il quadro legislativo e le procedure applicate.


Diritti sotto sequestro