Powered by Blogger.

Archivio blog

Search

lunedì 7 marzo 2016

A Bruxelles il governo turco alza il prezzo del ricatto e l'Unione Europea va in frantumi. Si impongono altre misure di contenimento a Grecia ed Italia, sotto pressione per il debito pubblico. Si aggrava l'emergenza umanitaria e si ignora la questione libica. I trafficanti ringraziano.


La riunione dei capi di stato e di governo dell'Unione Europea, oggi a Bruxelles con i vertici del governo turco, si è concluso con l'ennesimo rilancio di Erdogan che adesso vuole altri tre miliardi di euro per bloccare le partenze dei migranti, in maggior parte siriani, verso l'Europa.

http://www.repubblica.it/esteri/2016/03/07/news/migranti_vertice_a_bruxelles-134940199/?ref=HRER1-1

Adesso si distingue tra migranti legali ed illegali, la distinzione tra profughi, richiedenti asilo, e" migranti economici" non funziona più, ma illegali sono le scelte dei governanti europei contro tutte le direttive già entrate in vigore in materia di protezione internazionale e accoglienza dei migranti. Ed anche contro la Convenzione di Ginevra che non permette di escludere nessuna persona dal diritto di chiedere asilo anche se proviene da un "paese terzo sicuro".

http://www.ansamed.info/ansamed/it/notizie/stati/europa/2016/03/07/migranti-ankara-propone-scambio-tra-legali-e-illegali_08eba427-29d6-40c4-9a0a-09e9da564d79.html

http://www.avantionline.it/2016/03/turchia-vertice-ue-migranti/#.Vt3XKin2b3g

http://www.huffingtonpost.it/2016/03/07/migranti-vertice-ue-turchia_n_9397886.html

Le attività di polizia in frontiera, a partire dal prelievo forzato delle impronte digitali nei cd. Hotspot sono al di fuori dello stato di diritto. Per questa ragione non è difficile andare d'accordo con quei paesi che i leader come Erdogan ( Turchia) ed Al Sisi ( Egitto) hanno trasformato in stati di polizia.

http://www.left.it/2016/03/07/addio-porte-aperte-leuropa-chiude-la-rotta-balcanica-ai-rifugiati/

http://www.consilium.europa.eu/en/meetings/international-summit/2016/03/07/

http://www.consilium.europa.eu/en/press/press-releases/2016/03/04-tusk-invitation-letter-informal-euco-turkey/

http://www.consilium.europa.eu/en/press/press-releases/2016/02/26-tusk-trip-western-balkans-route/

http://www.consilium.europa.eu/en/press/press-releases/2016/03/03-tusk-remarks-davutoglu-ankara/

L'Unione Europea va in frantumi ed è capace soltanto di inasprire le misure di polizia alle frontiere, anche se producono un numero sempre più elevato di vittime.

http://www.politico.eu/article/balkan-route-closed-eu-to-declare/

Neanche una parola sui massacri e sugli arresti ordinati da Erdogan, come non si è mosso un dito nei confronti del'Egitto, dopo il sequestro e la barbara uccisione di Giulio Regeni. La questione libica continua ad essere rimossa e ciascuno stato europeo, Francia e Gran Bretagna in testa, si muove secondo i propri interessi nazionali, interessi economici e militari, la vera negazione di una politica comune a livello europeo.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10153233454766504&set=pcb.10153233513451504&type=3&theater

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2016/03/07/ue-tsipras-attuare-decisioni-comuni_a18bbd52-2447-4aa2-a27b-1e53218b6534.html

http://www.balcanicaucaso.org/aree/Macedonia/Rifugiati-il-muro-macedone-168603

Su Grecia ed Italia, che non farebbero ancora abbastanza per bloccare i migranti che comunque continuano ad arrivare,e che arriveranno sempre, quali che siano le misure repressive ideate dai vertici di Bruxelles, si minaccia di calare la scure finanziaria, a fronte di un debito pubblico sempre più elevato.

http://www.newsjs.com/url.php?p=http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/altrenews/2016/03/07/ue-italia-non-rispetta-regola-debito.-padoan-scendera-_17012d07-7f11-4423-9325-7476e65a46ea.html

 Una minaccia che mette a rischio, dopo i migranti, le popolazioni di questi due paesi già duramente provati dalla crisi.

http://www.asgi.it/primo-piano/ue-principi-crisi-umanitaria/

http://www.amnesty.it/Vertice-Unione-europea-Turchia-Non-ignorare-i-diritti-dei-rifugiati

http://www.internazionale.it/notizie/2016/03/09/turchia-europa-rassegna-stampa

Con queste scelte l'Unione Europea segna la sua fine politica, e contro quello che ne rimane, sul piano finanziario e burocratico, sarà necessario battersi con ogni mezzo, per evitare che le politiche di austerità producano altre guerre tra poveri a tutto vantaggio della speculazione finanziaria e dei partiti che la sostengono.

http://news.sky.com/story/1551853/sky-finds-handbook-for-eu-bound-migrants

Occorre una nuova solidarietà europea e avviare una lotta dal basso, rianimando la comunicazione e la formazione ,aprendo corridoi umanitari, creando opportunità di incontro tra i cittadini e i migranti, disseminando i territori di gruppi di resistenza civile, capaci di opporsi ad una politica basata sull'egoismo e sulla competizione, ulteriore passaggio verso un nuovo fascismo "democratico".

http://dirittiumani1.blogspot.it/2016/03/per-evitare-i-viaggi-della-morte.html



0 commenti:

Posta un commento

Presentazione

Un blog perché la cronaca quotidiana non diventi assuefazione, per contrastare la rimozione di problemi che sono prodotto di scelte politiche e di prassi amministrative che si nascondono dietro le retoriche dell'emergenza e della sicurezza. Prima di Lampedusa, prima dello sbarco, cronache di viaggi che spesso terminano in tragedie, poi notizie raccolte nei luoghi di sbarco e di accoglienza, dove si diffonde la detenzione informale e dove i diritti fondamentali dei migranti vengono compressi da una discrezionalità che si sottrae a qualsiasi controllo giurisdizionale, infine testimonianze di viaggio verso altri paesi, per trovare quel futuro e quella dignità che lItalia non garantisce più. E dunque fatti, persone, non numeri o dati, un racconto quotidiano che diventa memoria, ma anche impulso per modificare, in Italia ed in Europa, il quadro legislativo e le procedure applicate.


Diritti sotto sequestro