Powered by Blogger.

Archivio blog

Search

sabato 19 marzo 2016

Cosa si nasconde sotto la ripresa delle partenze di migranti dalla Libia. Scontro tra Cameron favorevole al "push back" e la Commissione europea. I respingimenti collettivi sono illegali. Di fronte alla costa libica si muore mentre fervono i preparativi militari.


Dopo gli accordi della vergogna tra Unione Europea e Turchia, quasi ad orologeria, riprendono le partenze dalla Libia e subito si contano decine di morti.

http://thepeninsulaqatar.com/news/middle-east/374944/nine-migrants-drown-off-libya-hundreds-rescued

http://www.libyaobserver.ly/news/30-african-migrants-dead-500-rescued-eu-bound-boats-capsized-libya-shores

Dietro queste ultime partenze dalla Libia una grande confusione sul terreno e continui tentativi del premier inglese Cameron di rilanciare i respingimenti collettivi in mare, per mascherare la vera intenzione della Gran Bretagna, favorevole con gli americani, ad un intervento militare in territorio libico, un intervento imposto all'Unione Europea ed all'Italia, una missione dalle conseguenze imprevedibili. La posizione di Cameron sembra per adesso isolata, ma potrebbe presto fare adepti, di fronte alla crescita esponenziale delle partenze dalla Libia. Del resto, se i respingimenti collettivi dalle acque greche verso la Turchia sono tollerati dalla Commissione Europea e dal Consiglio, perché dovrebbero destare scandalo gli stessi respingimenti collettivi praticati verso le coste libiche, soprattutto se si riuscisse a dare legittimazione al nuovo governo di unità nazionale supportato dalle Nazioni Unite ?

http://www.middle-east-online.com/english/?id=75859

http://www.libyaobserver.ly/news/tobruk-mp-accuses-britain-dividing-libya-says-unsmil-creating-chaos

http://www.libyaobserver.ly/news/baira-unsmil-main-reason-why-libya%E2%80%99s-crisis-persists

http://www.libyaobserver.ly/news/un-eu-us-recognize-skhirat-government-legitimize-foreign-intervention-libya

http://www.breitbart.com/london/2016/03/18/eu-leaders-meet-on-libya-as-migrant-flows-rise/?

http://www.middleeasteye.net/news/david-cameron-pressured-answer-questions-uk-libya-intervention-1112679895?

http://www.breitbart.com/london/2016/03/19/cameron-overruled-on-migrants-commission-insists-eu-has-a-moral-duty-to-take-them-in/

"No man, woman or child that has been subjected to the horrifying situation in Libya should then be refused the right to have their claim to safety heard and judged on its merits"

http://www.msf.org.uk/article/msf-uk-director-we-strongly-condemn-uk-pressure-to-push-refugees-back-to-libya-with-gunboats?

 Intanto sono riprese le stragi in mare. Solo oggi altre trenta vittime a nord della costa libica. Interventi della Marina e della Guardia cistiera italiana, di mezzi europei, ma anche di mezzi appartenenti alle milizie libiche, che hanno riportato a terra migranti in fuga verso l'Europa. 

https://twitter.com/guardiacostiera/status/711255178436087808?s=04

https://twitter.com/EUNAVFORMED_OHQ/status/711195532916563968

Che ruolo hanno avuto, nel caso degli interventi operati da mezzi libici, le navi di Frontex e di Eunavfor Med ? In base a quali criteri di ingaggio alcuni gommoni sono stati soccorsi dai mezzi libici ed i loro occupanti riportati indietro verso le celle dalle quali erano fuggiti ?

http://en.rfi.fr/africa/20160317-migratory-pressure-africa-europe-won-t-stop-anytime-soon-says-expert?

http://www.libyaobserver.ly/news/inflatable-boat-burns-while-immigrants-board

"MILAN/TRIPOLI, March 19 (Reuters) - Italy's coast guard said more than 900 migrants were rescued in four separate operations in the Strait of Sicily on Saturday, while Libyan authorities said they had rescued nearly 600 migrants from four boats, one of which sank.
A spokesman for Libyan naval forces, Ayoub Qassem, said the bodies of four dead women had been recovered, and some migrants were still missing.
Italian emergency services recovered one corpse during their rescue operations"
http://news.trust.org/item/20160319225442-fx713/?source=fiOtherNews2

Le diverse milizie tentano, a loro modo, di dimostrare che sono in grado di fermare le partenze verso l'Europa. Su tutto incombe lo spettro della diffusione sotterranea di ISIS che in questo pantano si trova sempre più in grado di occupare porzioni di territorio fino ad infiltrarsi dentro Tripoli e  nei pressi del confine di Ben Guardane con la Tunisia, dove gli scontri sono sempre più frequenti.

http://www.nytimes.com/2016/03/08/world/africa/attack-tunisia-libya-border.html?_r=0

https://www.youtube.com/watch?v=mhUCQMWn3XI

http://www.libyaobserver.ly/news/human-trafficking-attempt-foiled-zuwara-shore

http://www.libyaobserver.ly/news/state-emergency-declared-al-wahat-after-attack

L'Italia si trova particolarmente esposta, dopo che il governo Renzi ha concesso agli americani, e sembrerebbe anche agli inglesi, l'uso delle basi siciliane, da Sigonella a Birgi (Trapani).

http://antoniomazzeoblog.blogspot.it/2016/03/a-sigonella-i-droni-britannici-per.html

http://antoniomazzeoblog.blogspot.it/2016/03/isis-libia-e-non-solo-litalia-e-gia-in.html

 Cosa c'è di meglio che scatenare l'opinione pubblica italiana con una valanga di sbarchi?  La pressione internazionale per un intervento militare in Libia è sempre più forte malgrado la forte contrarietà della popolazione italiana. Ennesima prova di un asse tra gli Stati Uniti e la Gran Bretagna, che sta schiacciando il governo italiano, sotto una valanga di sbarchi e con un altissimo livello di esposizione a livello internazionale. Il generale Haftar, a lungo tempo supportato dal governo egiziano di Al Sisi è ormai una variabile impazzita, dopo avere incassato per troppo tempo il supporto di tutti i governi occidentali.

http://www.libyaobserver.ly/news/tobruk-elders-accuse-khalifa-haftar-militias-being-behind-abduction-city

http://www.libyaobserver.ly/news/tobruk-mp-accuses-britain-dividing-libya-says-unsmil-creating-chaos

Il capo del governo italiano è apparso tanto sicuro del fatto proprio, da impegnare il nostro paese nella futura guida della missione militare internazionale in Libia, senza calcolare in quale trappola si andava a cacciare, con una decisione che è stata sottratta al voto del Parlamento, e con una sconsiderata attribuzione ai servizi segreti di un ruolo militare in territorio straniero. Anche oggi Tripoli sotto bombardamento, per scontri tra bande rivali, ma in Italia nessuno lo scriverà.

http://www.ilgiornale.it/news/politica/libia-pronte-missioni-dellitalia-guideranno-i-nostri-servizi-1231791.html

http://formiche.net/2016/03/05/libia-italia-usa-franci-onu-renzi/

http://formiche.net/2016/03/04/libia-italia-militari-corpi-speciali-servizi-segreti-operazione/

http://www.reuters.com/article/us-libya-security-idUSKCN0WL0CN

"Heavy gunfire broke out in the Libyan capital Tripoli on Saturday after two rival armed groups clashed in the city over the killing of one of their fighters, a local security source and witnesses said."


http://news.xinhuanet.com/english/2016-03/19/c_135204278.htm?

http://gulftoday.ae/portal/b0b876dd-b492-459c-9201-a58a6cda9c3c.aspx

La realtà della Libia è sempre più conflittuale, e il progetto anglo-americano appare un ostacolo insormontabile per trovare una soluzione politica ad una crisi che potrebbe avere conseguenze incalcolabili anche sul territorio italiano. Non solo per una crescita esponenziale degli arrivi di migranti.

http://www.digitaljournal.com/news/world/is-migrant-crisis-swinging-back-to-libya/article/460517?

http://www.libyaobserver.ly/news/ngo-activists-sit-reject-latest-constitution-draft

Questo il destino riservato ai migranti che sono bloccati in Libia dopo essere stati fermati dalle guardie di frontiera sotto il controllo delle milizie libiche.

https://www.facebook.com/lyobserver/photos/pcb.827387944032954/827387567366325/?type=3&theater

http://www.worldcrunch.com/rss/migrant-lives/migrant-purgatory-trapped-in-a-libyan-detention-center/c17s20834/?

0 commenti:

Posta un commento

Presentazione

Un blog perché la cronaca quotidiana non diventi assuefazione, per contrastare la rimozione di problemi che sono prodotto di scelte politiche e di prassi amministrative che si nascondono dietro le retoriche dell'emergenza e della sicurezza. Prima di Lampedusa, prima dello sbarco, cronache di viaggi che spesso terminano in tragedie, poi notizie raccolte nei luoghi di sbarco e di accoglienza, dove si diffonde la detenzione informale e dove i diritti fondamentali dei migranti vengono compressi da una discrezionalità che si sottrae a qualsiasi controllo giurisdizionale, infine testimonianze di viaggio verso altri paesi, per trovare quel futuro e quella dignità che lItalia non garantisce più. E dunque fatti, persone, non numeri o dati, un racconto quotidiano che diventa memoria, ma anche impulso per modificare, in Italia ed in Europa, il quadro legislativo e le procedure applicate.


Diritti sotto sequestro