Powered by Blogger.

Archivio blog

Search

mercoledì 13 aprile 2016

Aumentano le partenze dalla Libia. 2000 migranti soccorsi in un giorno, salvataggi clandestini e trasbordi continui per le preidentificazioni mentre Frontex ed Eunavformed riducono la loro presenza.


    Aumenta di ora in ora il numero delle persone soccorse nelle acque a nord della Libia. In prima linea le navi della Guardia Costiera e della Marina Militare. Frontex ed EUNAVFORMED hanno ridotto al minimo la loro presenza, basta leggere il nome delle navi coinvolte, e si sta ripetendo il ricorso alle navi commerciali che vengono dirottate per coprire gli eventi di ricerca e soccorso (SAR).
Per nascondere l'ennesimo fallimento dell'Unione Europea nell'operazione EUNAVFORMED, adesso ribattezzata operazione SOFIA, i soliti burocrati di Bruxelles, guidati dal Commissario all'immigrazione Avramopoulos e dalle scelte illegali del Consiglio europeo, stanno inventando la nuova Polizia europea delle frontiere e la Guardia costiera europea, che dovrebbe sostituire Frontex. Non si comprende con quali mezzi, perché i paesi membri del Nordeuropa sono molto restii ad investire danaro nel Mediterraneo.

http://www.bbc.com/news/world-europe-35093827

http://ec.europa.eu/dgs/home-affairs/what-we-do/policies/securing-eu-borders/fact-sheets/docs/a_european_border_and_coast_guard_en.pdf

http://europa.eu/rapid/press-release_IP-15-6327_en.htm

https://www.euractiv.com/topics/european-border-and-coastguard-agency/

http://www.ccme.org.ma/fr/medias-et-migration/46861

Per il momento l'imperativo assoluto è bloccare la rotta balcanica, a partire dai passaggi dalla Turchia in Grecia. In Grecia Frontex ha dispiegato 15 navi ed ha un accordo con la Nato, nel Mediterraneo centrale ha ridotto al minimo la sua presenza, anche rispetto all'operazione TRITON del 2015.

http://frontex.europa.eu/news/frontex-executive-director-to-meet-nato-secretary-general-and-eu-commissioner-avramopoulos-XBP2KN

http://dailyhellas.com/2016/03/21/eus-frontex-seeks-1500-police-for-greece/

Nel frattempo i mezzi di Frontex effettivamente operativi nelle acque tra la Libia e la Sicilia sono ridotti a due, che servono molto però, perché a bordo di questi mezzi si cerca di trasbordare, dopo i primi soccorsi, la maggior parte dei migranti, perché siano avviate subito le preidentificazioni e gli interrogatori per individuare gli scafisti, mentre le persone sono ancora inebetite dal freddo e dalla paura. Le navi di Frontex svolgono attivita' di ricerca e salvataggio sotto il coordinamento della Guardia costiera italiana. Come prescrive il diritto internazionale del mare.                                                                                 http://siciliamigranti.blogspot.it/2016/04/the-hotspot-does-not-affect-our-work.html?m=1                                                                                          Ai vertici di  Frontex non rimane altro che lanciare allarmi, adesso ci sarebbero terroristi tra i migranti che vengono soccorsi in mare. Ma sono prognosi che non trovano conferma negli atti delle inchieste giudiziarie.

http://www.lastampa.it/2016/04/06/esteri/lallarme-di-frontex-terroristi-tra-i-migranti-JU40tNX8YvoReYwFBem0NL/pagina.html

Succedeva il 30 marzo scorso

http://livesicilia.it/2016/03/30/sbarco-di-migranti-a-pozzallo-fermati-5-presunti-scafisti_732797/0

ed è successo ancora nei giorni scorsi, ma le cronache non ne parlano quasi più.

http://palermo.repubblica.it/cronaca/2016/04/12/news/migranti_centinaia_alla_deriva_nel_canale_di_sicilia-137435610/

Dopo i primi interventi di soccorso trascorrono giorni e giorni di navigazione, a terra sul pavimento di un hangar, dentro la pancia della nave, o all'aperto, se manca il posto, e quindi lo sbarco a terra e l'avvio verso l'incerto destino del sistema di accoglienza italiano. Per quelli che devono proseguire il viaggio, ogni giorno nuovi muri e nuovi reticolati sbarrano le vie d'Europa. Anche in Italia, come in Grecia, si prospetta una grave crisi umanitaria, ma siamo sotto elezioni ed il popolo bue non deve essere informato. Il Mediterraneo diventa sempre più un mare circondato da filo spinato.

http://www.msf.org/topics/mediterranean-migration

http://www.bbc.com/news/world-europe-34131911


0 commenti:

Posta un commento

Presentazione

Un blog perché la cronaca quotidiana non diventi assuefazione, per contrastare la rimozione di problemi che sono prodotto di scelte politiche e di prassi amministrative che si nascondono dietro le retoriche dell'emergenza e della sicurezza. Prima di Lampedusa, prima dello sbarco, cronache di viaggi che spesso terminano in tragedie, poi notizie raccolte nei luoghi di sbarco e di accoglienza, dove si diffonde la detenzione informale e dove i diritti fondamentali dei migranti vengono compressi da una discrezionalità che si sottrae a qualsiasi controllo giurisdizionale, infine testimonianze di viaggio verso altri paesi, per trovare quel futuro e quella dignità che lItalia non garantisce più. E dunque fatti, persone, non numeri o dati, un racconto quotidiano che diventa memoria, ma anche impulso per modificare, in Italia ed in Europa, il quadro legislativo e le procedure applicate.


Diritti sotto sequestro