Powered by Blogger.

Archivio blog

Search

venerdì 27 maggio 2016

Terza strage in tre giorni. Gli inglesi inviano una nave militare davanti alla costa libica per contrastare l'Immigrazione "illegale". Saranno costretti a svolgere attività di ricerca e salvataggio come impongono le Convenzioni internazionali. E opereranno fuori dai dispositivi Frontex ed Eunavfor Med. Ognuno difende i propri interessi commerciali mentre si moltiplicano le stragi in mare.


Ancora un naufragio davanti alle coste libiche, il terzo in tre giorni, una cadenza mai verificata prima. Duemila migranti soccorsi oggi venerdì, dopo i 4000 di ieri.

http://palermo.repubblica.it/cronaca/2016/05/27/news/terzo_naufragio_in_tre_giorni_dieci_corpi_recuperati_decine_di_dispersi

http://www.ansa.it/english/news/2016/05/27/2000-migrants-saved-after-4000-yesterday_cd9c8748-1d50-4279-b27b-adf52d8bacf5.html

Piuttosto che inviare una vera missione internazionale di soccorso, i singoli paesi, come la Gran Bretagna, anche per risolvere i propri problemi elettorali, inviano navi da guerra per "bloccare" le partenze verso l'Europa. Una missione immorale e giuridicamente priva di base legale, ma la disinformazione viene premiata dal consenso elettorale. Dilaga l'indifferenza verso stragi ormai quotidiane, come si rimane indifferenti rispetto alle morti in Siria o al bombardamento degli ospedali in diverse parti del mondo. E' questo il nuovo nazismo.

https://www.afp.com/en/news/15/dozens-missing-new-shipwreck-libya-rescuers

Dozens missing in new shipwreck off Libya: rescuers
MARINA MILITARE/AFP: The latest sinking comes only a day after two crowded boats capsized off Libya, leaving more than 100 feared dead

Dozens of migrants were missing Friday after an overloaded fishing boat sank off the coast of Libya, the third major tragedy in the Mediterranean in as many days, Italian rescuers said.
Italian coastguards sent in rescue ships after a call for help that spoke of 350 people in the water, while the Italian navy said it had saved 130 people and was still searching for others.
The coastguard, which coordinates rescue operations in the area, was not able to immediately provide further information about the latest incident.
But it said about 1,900 people were saved on Friday from 16 vessels in distress, adding to an estimated 10,000 people already rescued near the Libyan coast in the past four days.
A bout of good weather as summer arrives has kicked off a fresh stream of boats attempting to make the perilous crossing from Libya to Italy.
About 40,000 migrants and refugees have arrived in the country's southern ports so far this year.
But in one of the worst tragedies in the Mediterranean in recent months, a fishing trawler carrying some 650 people capsized off the coast of Libya on Wednesday.
The Italian navy, which captured the tragedy in a horrifying video that shows the boat roll over and dump its passengers into the water, was able to rescue about 560 people.
But five people died and 100 are still feared missing, according to many survivors who reported having lost a loved one or a close passenger.
On Thursday, the EU's naval force said up to 30 migrants were believed to have died after another ship flipped over off Libya.
"Three sinkings in three days, it's very worrying," said Carlotta Sami, spokeswoman for the UN refugee agency in Rome.
In the single deadliest migrant boat sinking since the crisis began, some 700 people died in April last year, also off the coast of the troubled north African country.


Come la scorsa estate arriva anche quest'anno, puntuale la notizia, che il governo inglese invierà una nave militare al limite delle acque territoriali libiche, in attesa che un nuovo governo libico (quale?) ne chieda l'intervento anche all'interno delle acque territoriale, con la funzione dichiarata di dissuadere le partenze e contrastare quella che i giornali inglesi ( e non solo) definiscono come "immigrazione illegale".

http://www.theguardian.com/politics/2016/may/26/british-navy-ship-poised-libya-anti-smuggling-mission-migrants-arms

http://www.dailymail.co.uk/news/article-3611805/Royal-Navy-ship-patrol-coast-Libya-battle-against-ISIS-arms-smugglers-dramatic-escalation-British-role.html?ITO=1490&ns_mchannel=rss&ns_campaign=1490

http://www.belfasttelegraph.co.uk/news/uk/david-cameron-defends-libya-stance-after-jeremy-corbyn-mission-creep-warning-34750931.html

Una missione di segno opposto rispetto a quella recentemente varata dal governo irlandese che invece ha inviato una nave militare in Mediterraneo proprio per salvare il numero più alto di vite umane. Le navi irlandesi NON fanno parte del dispositivo Frontex/Triton, chi lo scrive diventa veicolo della disinformazione diffusa dalle agenzie di stampa "embedded".

http://www.ilfattonisseno.it/2015/07/immigrati-tredici-cadaveri-su-barcone-soccorso-da-nave-irlandese-le-niam-del-dispositivo-triton/

http://www.bbc.com/news/world-europe-36357337

Anche la missione irlandese si colloca al di fuori degli assetti operativi di Frontex e di Eunavfor Med ed ha una finalità più simile a quella degli interventi delle navi umanitarie attualmente impegnate al limite delle acque libiche.

http://www.cospe.org/news/sos-mediterranee-italia-lassociazione-salvamigranti/

http://www.agrigentooggi.it/bambino-di-due-anni-soccorso-da-elicottero-dalla-marina-militare/sos-mediterranee-soccorso-migranti-da-nave-aquarius-1/

https://www.moas.eu/central-mediterranean/

http://www.medicisenzafrontiere.it/notizie/news/le-operazioni-msf-di-soccorso-mare

http://www.avvenire.it/Cronaca/Pagine/Medici-senza-frontiere-operazioni-di-salvataggio.aspx

http://www.ansa.it/sicilia/notizie/2016/05/17/migranti-688-tratti-in-salvo-dalle-navi-di-msf_f8c72b8c-d314-47a4-8420-adb367e6101a.html

https://mobile.twitter.com/MSF_ITALIA/status/736109535279058944?s=04

http://sea-watch.org/en/das-projekt/

Sono in tanti in questo momento ad avere interessi commerciali da affermare in una Libia più divisa che mai. la lotta all'immigrazione irregolare, come la lotta al terrorismo, sono occasioni per affermare supremazie militari e controllo delle risorse economiche.

http://jordantimes.com/news/region/germany-france-hold-back-nato-eu-ambitions-libya

http://www.vita.it/it/article/2016/01/20/msf-catastrofico-fallimento-delle-politiche-europee-sulla-crisi-migrat/137988/

http://europe.newsweek.com/refugees-migrants-refugee-crisis-capsize-libya-italy-mediterranean-463914

Una volta davanti alle acque libiche, quando arriveranno chiamate di soccorso e la Guardia Costiera italiana dichiarerà un "evento SAR" ( ricerca e salvataggio"), questa nave inglese, esattamente come le navi di Eunavfor Med e dell'operazione italiana "Mare Sicuro", sarà obbligata a procedere alle operazioni di soccorso con la massima sollecitudine, perché la salvaguardia della vita umana in mare e più importante della difesa delle frontiere marittime, perché occorre rispettare il diritto internazionale del mare, e soprattutto perché sono già troppe le vittime delle attività di contrasto di quella che chiamano "immigrazione illegale".

http://www.lettera43.it/cronaca/mare-sicuro-lo-scudo-italiano-contro-la-jihad_43675163552.htm

http://www.sidiblog.org/2015/05/05/tratta-degli-esseri-umani-uso-della-forza-internazionale-e-prevenzione-dei-naufragi-dello-stato-di-diritto/

http://www.analisidifesa.it/2016/05/loperazione-eunavformed-sophia-nelle-acque-libiche/

http://scuolasuperioreavvocatura.it/wp-content/uploads/2014/07/01.-Cooperazione-internazionale-in-materia-di-soccorso-in-mare.pdf

http://www.telesurtv.net/english/news/Italy-Says-Africa-Nations-Back-Plan-to-Close-Libya-Migrant-Route-20160518-0054.html

0 commenti:

Posta un commento

Presentazione

Un blog perché la cronaca quotidiana non diventi assuefazione, per contrastare la rimozione di problemi che sono prodotto di scelte politiche e di prassi amministrative che si nascondono dietro le retoriche dell'emergenza e della sicurezza. Prima di Lampedusa, prima dello sbarco, cronache di viaggi che spesso terminano in tragedie, poi notizie raccolte nei luoghi di sbarco e di accoglienza, dove si diffonde la detenzione informale e dove i diritti fondamentali dei migranti vengono compressi da una discrezionalità che si sottrae a qualsiasi controllo giurisdizionale, infine testimonianze di viaggio verso altri paesi, per trovare quel futuro e quella dignità che lItalia non garantisce più. E dunque fatti, persone, non numeri o dati, un racconto quotidiano che diventa memoria, ma anche impulso per modificare, in Italia ed in Europa, il quadro legislativo e le procedure applicate.


Diritti sotto sequestro