Powered by Blogger.

Archivio blog

Search

lunedì 1 agosto 2016

In Libia intervengono gli aerei americani su richiesta di Serraj in difficoltà nella trattativa politica. L'Italia si allinea. Conseguenze imprevedibili sull'Europa. I migranti in una morsa di fuoco.



In Libia intervengono gli aerei americani con i primi bombardamenti su Sirte, su richiesta di Serraj in difficoltà nella trattativa politica.

http://www.iai.it/it/pubblicazioni/la-crisi-libica-situazione-attuale-e-prospettive-di-soluzione

http://www.parlamento.it/application/xmanager/projects/parlamento/file/repository/affariinternazionali/osservatorio/approfondimenti/PI0120App.pdf

http://www.analisidifesa.it/2016/06/libia-isis-sotto-pressione-a-sirte-ma-si-aprono-nuovi-fronti/

http://www.ilfattoquotidiano.it/premium/articoli/con-laiuto-dei-militari-di-roma-e-degli-inglesi-stiamo-liberando-sirte/

http://www.lastampa.it/2016/08/01/esteri/libia-raid-dei-caccia-usa-contro-lisis-a-sirte-faGxvMEuGRfKUWKwGZRv2N/pagina.html

 I bombardamenti rischiano di mettere la parola fine a qualunque possibilità di riunificazione. Il generale Haftar ed i suoi sponsor egiziani rimangono a guardare.

http://ilmanifesto.info/libia-haftar-si-ribella-a-serraj-le-sue-truppe-verso-sirte/

http://www.ansamed.info/ansamed/it/notizie/rubriche/politica/2016/06/14/libia-gentiloni-haftar-assente-in-avanzata-su-sirte_2969e38b-8de9-4408-9e55-c992368748a8.html

http://www.france24.com/en/20160801-us-launches-first-air-strikes-islamic-state-group-libya-sirte#./20160801-us-launches-first-air-strikes-islamic-state-group-libya-sirte?&_suid=14700742135430053772122543610024

http://hosted.ap.org/dynamic/stories/U/UNITED_STATES_LIBYA?SITE=AP&SECTION=HOME&TEMPLATE=DEFAULT&CTIME=2016-08-01-15-52-53

http://www.sigmalive.com/en/news/international/147486/us-airstrikes-in-libya-hit-jihadist-positions

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/08/01/libia-usa-bombardano-roccaforte-isis-su-richiesta-del-governo-di-al-sarraj/2948760/

http://sputniknews.com/africa/20160801/1043841664/us-libya-daesh-boots.html

http://www.kuna.net.kw/ArticleDetails.aspx?id=2516714&Language=en

Proprio mentre le forze di Misurata stavano per battere, da sole, le forze del califfato a Sirte e in altre zone del paese. I bombardamenti rinforzeranno la presenza di ISIS in tutta la Libia. Ed anche il Mediterraneo potrebbe diventare molto più stretto.

http://www.libyaobserver.ly/news/isis-decline-misrata-led-forces-retake-new-areas-sirte

http://video.sky.it/news/mondo/sky_tg24_a_sirte_dove_daesh_perde_la_guerra/v295141.vid?no_device_recognition

http://www.libyaobserver.ly/videos/mass-grave-sirte

http://www.albawaba.com/news/photojournalist-shot-dead-daesh-libya-868446

http://www.libyaobserver.ly/news/misrata-elders-council-denounces-presidential-council%E2%80%99s-crackdown-demonstrators-tripoli

Quello che è successo in Iraq, in Afghanistan, in Siria, non ha ancora insegnato nulla. I bombardamento aerei saldano solidarietà tra le popolazioni civili che li subiscono e le organizzazioni terroristiche che si nascondono nelle città e nei villaggi tra la gente comune. Gli Stati Uniti adducono basi legali ormai obsolete. Risalenti addirittura a 15 anni fa. Obama si avvale degli strumenti della guerra contro il terrore inventati da Bush ed imposti alla comunità internazionale. Con i risultati che vediamo oggi.

http://sputniknews.com/africa/20160801/1043843437/daesh-airstrikes-libya.html

http://www.airforcetimes.com/story/military/2016/07/19/anti-isis-airstrikes-iraq-syria-hit-2016-high/87286480/

http://www.bbc.com/news/world-36944470

L'Italia si allinea. Non risulta traccia di una deliberazione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. L'ennesima iniziativa unilaterale di una grande potenza, come nel caso della Francia che intervenne in Libia lanciando raid aerei su Bengasi nel 2011.

http://scenarieconomici.it/clamorosa-intercettazione-guerra-sarkozy-allitalia-libia-gheddafi/

http://www.ansamed.info/ansamed/en/news/sections/politics/2016/08/01/italy-says-u.s.-anti-isis-libya-strikes-positive_a5478119-a797-46bb-a552-f5936949993c.html

http://www.ansamed.info/ansamed/en/news/sections/politics/2016/08/01/libya-anyone-against-u.s.-raids-supports-isis-say-militias_3be80ad3-6db6-4ffd-be14-528f7e5f08f5.html

Conseguenze imprevedibili sull'Europa alle prese con il califfo Erdogan sull'accordo con la Turchia e spaccata come non mai. Gli Stati Uniti in difficoltà in Turchia cercano di riaffermare il proprio ruolo di polizia internazionale nel Mediterraneo.

http://www.express.co.uk/news/world/695449/Migrant-crisis-Brussels-EU-commission-migration-Europe-Germany

http://www.limesonline.com/il-fallimento-del-golpe-in-turchia-e-una-sconfitta-per-gli-usa/93389?prv=true

http://www.liberation.fr/planete/2016/07/31/turquie-ue-bras-d-honneur-bras-ballants_1469622?xtor=EPR-450206&utm_source=newsletter&utm_medium=email&utm_campaign=quot

http://www.a-dif.org/2016/08/01/diritti-umani-o-real-politik-lue-ad-uun-bivio/

 I migranti in una morsa di fuoco. Adesso saranno in mani ancora più crudeli, e dopo lo sbarco in Italia saranno considerati tutti come potenziali pericoli per la "sicurezza" che alcuni pensano di difendere con i bombardamenti. Nancy Porsia scrive

http://www.ilfattoquotidiano.it/premium/articoli/non-solo-jihad-i-soldati-del-califfo-investono-sul-traffico-di-esseri-umani/


Sempre più difficile il ruolo delle navi umanitarie che svolgono attività di soccorso nelle acque a nord della costa libica e che adesso si troveranno in piena zona di guerra.

8,000 migrants rescued off Libyan coast in five days

http://www.rte.ie/news/2016/0801/806252-migrants/

0 commenti:

Posta un commento

Presentazione

Un blog perché la cronaca quotidiana non diventi assuefazione, per contrastare la rimozione di problemi che sono prodotto di scelte politiche e di prassi amministrative che si nascondono dietro le retoriche dell'emergenza e della sicurezza. Prima di Lampedusa, prima dello sbarco, cronache di viaggi che spesso terminano in tragedie, poi notizie raccolte nei luoghi di sbarco e di accoglienza, dove si diffonde la detenzione informale e dove i diritti fondamentali dei migranti vengono compressi da una discrezionalità che si sottrae a qualsiasi controllo giurisdizionale, infine testimonianze di viaggio verso altri paesi, per trovare quel futuro e quella dignità che lItalia non garantisce più. E dunque fatti, persone, non numeri o dati, un racconto quotidiano che diventa memoria, ma anche impulso per modificare, in Italia ed in Europa, il quadro legislativo e le procedure applicate.


Diritti sotto sequestro